BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Milan-Juventus (Serie A): segui e commenta la partita live in tempo reale

Per Milan-Juventus si riempie la Scala del Calcio. Ci sarà probabilmente il tutto esaurito stasera a San Siro per la partitissima di questa nona giornata di campionato

galliani_bolognaR375_31ago08.jpg (Foto)

Per Milan-Juventus si riempie la Scala del Calcio. Ci sarà probabilmente il tutto esaurito stasera a San Siro per la partitissima di questa nona giornata di campionato. Il Milan è costretto a vincere per rispondere ai cugini, vittoriosi nell'antipasto di venerdì, e per lanciare un segnale al Real Madrid di José Mourinho. Ma anche la Juventus arriva per far male. Pur orfana dello squalificato Krasic, nulla cambia nei piani di Delneri "siamo venuti qui per vincere" (clicca qui per l'approfondimento tattico pre-partita di Milan-Juventus).

Il Milan deve già rinunciare al ritrovato Oddo, mentre pare che non arrivi in ogni caso il momento di Mario Yepes. La linea difensiva a disposizione di Allegri sarà con ogni probabilità composta da Antonini, Sokratis, Nesta e Bonera. Ma c'è una novità dell'ultimo minuto: si tratta di Thiago Silva, che potrebbe a sorpresa calcare il terreno di questa classicissima del calcio italiano. Vedremo se il mister vorrà rischiarlo per rispondere alla vittoria dell'Inter, o piuttosto lo preserverà per gettarlo nell'arena contro i galattici di Mourinho. Line mediana con molta sostanza con Gattuso e Boateng a proteggere Pirlo e il tridente che ha trafitto il Napoli.

La Juventus, pur avendoci provato fino all'ultimo con ricorsi documentati e arringati dai migliori avvocati di Torino, non potrà schierare Krasic. Al suo posto dovrebbe trovare spazio l'ex Catania Jorge Martinez: qualità, potenza e tanta voglia di non sprecare la possibilità offerta da Del Neri e dal destino per il giocatore in grado di abbattere l'Inter di José Mourinho. L'alternativa è Pepe. In avanti Del Piero e Quagliarella con Marchisio e Aquilani a supporto per formare un quadrilatero dai piedi sublimi. Melo davanti alla difesa, sulle corsie esterne fiducia a Motta e a De Ceglie. Insomma, Del Neri vuol vincere aggredendo. La bomba però dell'ultimo minuto è questa: Chiellini non ci sarà per un risentimento muscolare su cui ancora i medici si devono esprimere.