BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROMA LECCE/ Totti espulso e nervoso. Salterà il derby. La squadra: "ci mancherà"

Il capitano giallorosso ha ricevuto un contestato e discutibile cartellino rosso dopo uno scontro con Olivera. Ecco l'accaduto e le reazioni

totti_sconsolato_r375x255_05mag10.jpg (Foto)

       NOSTRO INVIATO A ROMA

 

ROMA LECCE - Sembrava filare tutto per il verso giusto. Dopo un primo tempo senza gol e con i fischi di un Olimpico spazientito, ecco i primi raggi di sole. L'uno a zero siglato da Burdisso e poi, al 31' del secondo tempo, la marcatura di uno scatenato Mirko Vucinic. Peccato che nella stessa azione del 2-0 romanista si sia consumato uno scontro di gioco dalle conseguenze pesantissime. Totti corre verso l'area avversaria, viene sgambettato dal numero 10 salentino Olivera e reagisce con una spinta. Reciproche scorrettezze. Volano parole e polemiche. L'arbitro Gervasoni è lì a pochi metri e sceglie la linea dura (ma discutibile): rosso diretto per entrambi. Poco importa che uno dei due sia costretto a saltare il derby contro la Lazio.

 

Sono minuti concitati. Lo stadio non sa dove guardare e cosa pensare. Prima la straripante esultanza per il gol di Mirko Vucinic, poi l'arbitro che fischia e avvicina i calciatori "incriminati". C'è chi pensa ad un gol annullato, chi a qualche episodio non meglio precisato. Dagli applausi ai fischi in una manciata di secondi. Neanche il tempo di far festa per il risultato messo in cassaforte che Gervasoni si leva dal taschino due rossi diretti per Totti e Olivera. Il pubblico si arrabbia e contesta a gran voce la decisione arbitrale, ma si stringe anche intorno al numero 10: "un capitano, c'è solo un capitano", intona la Sud.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO