BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Bologna-Sampdoria, i voti, la cronaca e il tabellino

Cassano_R375_18feb09.jpg (Foto)

PAGELLE SAMPDORIA

 

Curci 6.5: Ordinaria amministrazione e una parata con gli “attributi” (nel senso meramente letterale) caratterizzano la sua giornata.

 

Zauri 6.5: Prova positiva la sua. Buona la copertura dal suo lato anche se manca la spinta.

 

Gastaldello 6: La difesa della Samp non sembra più affidabile come l’anno scorso ma la sua prestazione è sufficiente.

 

Lucchini 5.5: Falloso e in ritardo viene ammonito giustamente. Non si sta confermando sui livelli della scorsa stagione.

 

Ziegler 6: Le fatiche di Europa League si fanno sentire molto sul terzino doriano che dopo un inizio interessante cala alla distanza e conclude sulle ginocchia.

 

Semioli 6.5: Prova positiva, finalmente dirottato sulla fascia nel suo ruolo naturale, fornisce una buona continuità offensiva e regalerebbe a Cassano anche l’assist per il 2-0, non fosse che il talento barese spreca tutto.

 

Palombo 6: Lontano dal Palombo ammirato in più riprese, mantiene comunque la posizione e non sbaglia nulla.

 

Tissone 6: Fino all’errore in occasione del pari bolognese è stato uno dei migliori in campo. (Dal 21’st Obiang 6: Sostituisce dignitosamente Tissone fornendo una massiccia dose di muscoli nella mediana).

 

Koman 6: Partita abulica la sua, salvata da un inserimento che vale l’autogol di Portanova. (Dal 31 st Guberti sv: Non incide.)

 

Pazzini 5.5: Non si vede per tutto l’incontro, prova a piazzare la zampata nel finale ma non si sblocca in campionato perché trova sulla sua strada un Viviano in versione nazionale.

 

Cassano 5: Brutta la sua partita, ma nonostante questo rimane il più pericoloso dei blucerchiati. Spreca malamente un assist illuminante di Semioli e spara su Rubin la più semplice delle occasioni. Esce deluso e senza salutare nessuno, causando il nervosismo di Di Carlo. (Dal 24’st Pozzi 5: Impalpabile.)

 

All. Di Carlo 5.5: Torna al 4-4-2 di Delneriana memoria, ma la manovra non gira. Forse influiscono le fatiche di coppa. Spinosa la gestione Cassano.

© Riproduzione Riservata.