BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Genoa-Bari, i voti, la cronaca e il tabellino

Il Grifone vince nei minuti di recupero grazie a un gol del bomber Toni

gasperiniR375_24set08.jpg (Foto)

GENOA BARI – Test di maturità importante quello del Marassi per il Genoa di Gasperini, una squadra che dopo i problemi delle prime giornate deve superare le difficoltà casalinghe contro l’ostico Bari di Ventura. Per l’occasione il Marassi è una bolgia di 20.000 persone che affollano gli spalti per spingere il grifone alla prima vittoria stagionale tra le mura amiche.

 

SINTESI PRIMO TEMPO – La partita è vibrante e divertente, il Genoa è sulle gambe nella prima mezz’ora e solo un grandissimo Eduardo, decisivo in almeno tre occasioni, mantiene inviolata la porta dei padroni di casa. Il copione della gara è chiaro, la coppia centrale pugliese composta da Almiron e Gazzi prende il sopravvento e, aiutata dalle continue folate di Ghezzal, mette in imbarazzo un Chico ancora fuori dai meccanismi di squadra. D’altro canto però l’11 di Gasperini si dimostra compagine sempre temibile nella fase offensiva e così anche Gillet ha il suo bel da fare sulle conclusioni di Veloso e Toni. La partita però cambia completamente intorno al 36’ quando il Genoa ,con un’azione propiziata da un fallo di mano di Toni, realizza il bellissimo gol del vantaggio con Palacio. La rete dell’argentino è un duro colpo per il morale dei galletti che arretrano e che chiudono il primo tempo con lo spavento procurato dal palo di Miguel Veloso su punizione.

 

SINTESI SECONDO TEMPO – Quando però tutto lascia presagire un secondo tempo in discesa per i padroni di casa, arriva il colpo di scena degno del miglior thriller americano. Castillo lanciato a rete è fermato da Moretti pochi centimetri fuori dall’area di rigore, l’arbitro non se ne avvede, concede il penalty agli ospiti e l’espulsione diretta per il difensore ex Valencia. Barreto dal dischetto non sbaglia e da il via ad una ripresa da cardiopalma. L’espulsione però è l’iniezione di adrenalina che risveglia nuovamente il grifone; Gillet è miracoloso su Toni al 26’, da qui i padroni di casa chiudono gli ospiti nella propria area, ma sono salvati un’altra volta da Eduardo miracoloso su Caputo lanciato a rete da uno dei fulminanti contropiedi baresi. Si arriva così al 5’ di recupero, alla punizione di Milanetto che risveglia il bomber Toni e la gente sugli spalti del Marassi. Si arriva al gol che premia il coraggio del Genoa e affossa la prudenza del Bari sfatando un tabù Marassi che iniziava a farsi preoccupante.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER LEGGERE IL TABELLINO DELLA GARA E I VOTI DI GENOA BARI