BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Genoa-Bari, i voti, la cronaca e il tabellino

gasperiniR375_24set08.jpg (Foto)

PAGELLE GENOA

Eduardo 7.5: Miracoloso in più occasioni, scaccia le critiche delle prime giornate con una prestazione super.

Chico 5: Soffre maledettamente Ghezzal che dalla sua parte gli sfugge costantemente, pare ancora avulso dagli schemi difensivi della squadra.

Dainelli 6: Esce molto presto, ma nella prima mezz’ora soffre oltremodo la vivacità di Barreto. (Dal 34’ pt Moretti 5: L’espulsione non è decisiva, ma complica maledettamente la strada per il grifone.)

Ranocchia 6: Solita costante sicurezza, nonostante il passo diverso di Alvarez e Barreto non soffre e ci mette sempre una pezza.

Rafinha 6.5: In ripresa, finalmente inizia a vedersi il giocatore che abbiamo tutti ammirato nello Schalke.

 

Kharja 6.5: Sembra finalmente tornato decisivo. Un mediano dai piedi educati e capace d’inserirsi in fase offensiva.

 

Veloso 6.5: Il palo gli nega il gol su punizione praticamente perfetta, detta i tempi con eleganza ed intelligenza. Si sta ambientando e cresce di partita in partita.(Dal 39’st Milanetto 6.5: La punizione che telecomanda sulla testa di Toni è un esempio di precisione e intelligenza che regala al Genoa i primi tre punti casalinghi).

 

Criscito 7.5: Alvarez chi? Annichilisce il diretto avversario con una prova maiuscola. Dalla sua parte non passa nessuno e anzi la sua spinta tiene bassi gli esterni di Ventura, la sua prestazione propizia un secondo tempo di forcing genoano nonostante l’uomo in meno.

 

Palacio 7: La sua qualità è l’arma in più del Genoa di Gasperini, il gol è una perla di rara bellezza con controllo di destro e diagonale di sinistro che Gillet può solo toccare. Fa sentire la sua anche in fase di pressing. (dal 40 st Rudolf sv)

 

Toni 6.5: Si risveglia il bomber. Quando tutti erano già mentalmente pronti per il pareggio lui inzucca il cross di Milanetto e riscrive il copione della partita sul fotofinish.

 

Mesto 6: Partita in chiaro scuro, la sua fisicità non incide molto quest’oggi, ma resta comunque una variante importantissima nell’economia del gioco di Gasperini

 

All. Gasperini 7: Insiste sulle sue idee ed ha ragione. Passato in vantaggio pare riuscire a controllare la gara prima della follia di Moretti che rimette tutto in discussione. Se la squadra continua ad attaccare nonostante l’inferiorità numerica però è merito della mentalità che il tecnico ha saputo infondere ai suoi uomini.

 

LE PAGELLE DEL BARI CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO