BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA ROMA/ All’ombra di Lippi (e di Ranieri) c’è Moggi?

Pubblicazione:martedì 5 ottobre 2010

ranieri_lippi_R400_5ott10.jpg (Foto)

La banca Rothschild, scelta da Unicredit per trovare i possibili acquirenti, dopo una fase preliminare di consultazioni ha inviato il “fascicolo-Roma” a una ventina di soggetti che si sono detti interessati a conoscere i dettagli dell’operazione d’acquisto della società. Ma si sa, o almeno è trapelato, che di offerte eclatanti sul tavolo della Banca ce ne sono ben poche. Si parla di arabi, russi, americani. Tanti nomi, tante voci che fanno oscillare un titolo che forse la Consob farebbe bene a tenere più sotto osservazione, ma nulla di veramente concreto. Anche se in realtà una pista ci sarebbe. Certo,  forse la meno suggestiva e ricca, ma quella più vicina e “semplice”.

 

L’identikit porta dritti a un’altra famiglia di romani e romanisti, gli Angelucci. Un gruppo industriale forte, leader delle cliniche sanitarie, con i capitali giusti e gli appoggi giusti, non solo quelli politici. Avrebbero già avuto incontri con Unicredit e si starebbero muovendo per formalizzare l’offerta. Ma non solo. Ipotizziamo che abbiano già informalmente preso contatto con gli attuali dirigenti della Roma (molti dei quali verrebbero confermati) e si siano mossi per crearsi un proprio staff di consiglieri. Tra questi ci sarebbe in primis Luciano Moggi, uomo che di calcio ne capisce molto, grande conoscitore degli ambienti giallorossi e dei palazzi romani.

A lui, secondo la nostra fantasiosa ricostruzione, dobbiamo il ritorno del fantasma di Lippi. Infatti, lavorando ulteriormente di”macchinazione”, possiamo facilmente intuire che sarebbe stato proprio Lucianone, per conto dei nuovi aspiranti proprietari, a portarsi avanti col lavoro e a chiedere a Lippi la disponibilità a sedere sulla panchina della “sua” Roma. Tra i due il legame è forte, l’amicizia vera e salda, fin dai tempi di Torino.

Se queste siano semplici voci o qualcosa di più, solo il tempo potrà dirlo. In attesa che la nebbia si diradi e le ombre vengano dissipate. Rendendo tutto più visibile. E chiaro. A tutti.

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.