BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Inter, Canovi (ag.Fifa): Balotelli non è stato sostituito: Coutinho non arriverà mai a quei livelli

DARIO CANOVI decano dei procuratori traccia un bilancio sulle operazioni di mercato di questa estate tra promossi e bocciati

balotelli_mancini_R375x255_31lug.jpg(Foto)

Durante la sosta del campionato è sempre tempo di fare bilanci. La classifica di Serie A vede la Lazio prima in classifica seguita a ruota da Inter e Milan. I nerazzurri sembrano accusare alcune difficoltà forse dovute alla mancata campagna acquisti di giugno che ha visto Milan e Juventus grandi protagoniste. Per parlare di calciomercato e non solo, abbiamo intervistato Dario Canovi, decano degli agenti italiani e procuratore tra gli altri dell'interista Thiago Motta.

Dopo sei giornate di campionato si aspettava una classifica del genere?

Solo un mago poteva aspettarsi una classifica del genere, a dire la verità ha sorpreso un po' tutti. La Lazio è sicuramente un'ottima squadra ma non mi sarei mai immaginato di trovarla da sola in testa al campionato.

Chi è stata secondo lei la squadra che ha fatto le migliori cose nel calciomercato estivo?

E' ancora troppo presto per giudicare, siamo ancora alla sesta giornata e i conti solitamente si fanno alla fine, quindi è prematuro dare un giudizio.

Lazio nel segno di Hernanes, il brasiliano si è ambientato perfettamente, avrebbe fatto comodo a società come Inter, Milan e Juventus?

Certamente, Hernanes non è una sorpresa per me, è un giocatore di grande qualità e i giocatori di questo calibro vanno bene in qualsiasi squadra.

Il Milan secondo in classifica si coccola Zlatan Ibrahimovic. Sorpreso del ritorno in Italia dello svedese?

Non sono sorpreso, i giocatori sono professionisti non sposano una maglia per tutta la carriera, o meglio sono in pochi quelli che lo fanno. Ibrahimovic a Barcellona non giocava molto e quindi ha deciso di andare via, al Milan serviva questo tipo di attaccante e ha fatto bene a prenderlo.

Krasic è invece l'elemento di spicco della campagna acquisti della Juventus. Si aspettava un giocatore così forte?

Attenzione, non stiamo parlando di un giovanissimo talento ancora da scoprire. Krasic è giovane (ha 26 anni n.d.r.) ma ha già fatto vedere cose importanti in campo internazionale con la maglia del Cska Mosca. Quindi non sono meravigliato dalle qualità del giocatore.