BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA MONDIALI VOLLEY ITALIA BRASILE/ Cantagalli: che sfida ma ci considerano ancora sport di serie B

Pubblicazione:sabato 9 ottobre 2010

Anastasi commissario della Nazionale (Foto Ansa) Anastasi commissario della Nazionale (Foto Ansa)

 

Quanto conterà il fattore campo contro il Brasile?

Non credo che sarà determinante. Quando sei in campo non senti la pressione. Io stesso ho vinto e perso partite di fronte a 25.000 spettatori.

 

Nell'altra semifinale vede meglio Cuba o la Serbia?

Credo che la Serbia sia favorita. E' una nazionale che ha grande tradizione, essendo stata anche campionessa olimpica.

 

Come spiega la delusione della Russia?

La Russia si presenta ogni volta come la nazionale più forte, ma ogni volta fallisce i suoi obiettivi. Credo che sia una questione di testa, mancanza di mentalità vincente.

 

Quali sono i migliori giocatori di questo torneo?

Non ho visto tutte le partite e non posso giudicare. Di certo tra gli italiani mi sono piaciuti Mastrangelo e Vermiglio.

 

Un pronostico sulla vittoria finale?

Ho una mia idea, ma per scaramanzia me la tengo per me.

 

Palazzetti pieni, tanto pubblico. Pensa che sia un successo organizzativo questo Mondiale?

Il pubblico è stato veramente tanto, ma poteva essercene anche di più. Devo rilevare che di questo Mondiale non s'è n'è poi parlato tanto. Se poi si pensa che le partite sono state trasmesse su Rai Sport che in tante parti d'Italia non è raggiungibile si comprende che questa grande attenzione di cui si parla in fondo non c'è stata.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.