BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

BASKET SERIE A/ Milano in testa dopo 16 anni. Ok Pesaro e Bologna. Risultati e gare della terza giornata

La terza giornata di serie A registra la prima sconfitta di Siena che così cede il passo a Milano capolista. Inseguono Pesaro e Bologna

(foto: www.victorialibertas.it)(foto: www.victorialibertas.it)

La terza giornata di Lega A regala sorprese e novità in classifica. A partire dalla sonora caduta di Siena ad opera della Cimberio Varese.

Il dream team di Pianigiani si è arreso per 86-87 al PalaWhirlpool dove i padroni di casa si sono imposti grazie ai 21 punti di Thomas Jobey e alle triple (3/3) di Kristjan Kanguur che, tra l'altro, mette a referto un 24 di valutazione. Ai toscani non sono bastati i 20 punti di Kaukenas e la squadra campione d'Italia abbandona così la vetta della classifica cedendo il passo a Milano.

L'Armani Jeans non soffre la trasferta di mezzodì e sfrutta al meglio la ghiotta occasione di piazzarsi al vertice solitario del campionato. La squadra di coach Bucchi batte 81-72 l'Angelico Biella al termine di una gara equilibrata ma ben gestita da Milano. Top scorer del match è il play di Biella Edgar Sosa (22 punti). Per l'Olimpia sono Maciulis (17 pt.), Hawkins (13 pt.) e Rocca (12) ad avere maggior confidenza con il canestro. Vittoria esterna e primato in classifica, Milano mette la quinta e si candida al ruolo di protagonista.

Dopo la vittoria casalinga contro Roma, la Scavolini Siviglia sbanca anche il Palamaggiò di Caserta e torna nelle Marche con due punti fondamentali, tali da consegnarle il momentaneo secondo posto. Nonostante l'assenza di Guillermo Diaz, i biancorossi conducono un match di autorità, mettendo il naso avanti in più momenti della partita e mancando clamorosamente l'occasione di chiudere la gara. Due tiri liberi sbagliati da Hackett "consegnano" il pareggio in extremis ai campani. Ma nel tempo supplementare lo stesso Hackett si riscatta e, supportato dai compagni, costruisce il successo pesarese. Finisce 91-89 per la Scavolini, nonostante la bolgia casertana e i 19 punti di Fabio Di Bella. Tra i pesaresi dirigono il gioco il play Collins (16 punti, 9 assist) e il pivot Marco Cusin con 18 punti, 12 rimbalzi e uno stellare 31 di valutazione.