BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Le partite del prossimo turno (decima giornata)

Sguardo al prossimo turno si serie A  

Pallone_R400_4ott10.jpg (Foto)

IL PROSSIMO TURNO: LE PARTITE DELLA DECIMA GIORNATA DI SERIE A - Il nono turno della serie A va in archivio lasciandoci un verdetto chiaro: la Lazio ha lanciato il primo tentativo di fuga.

 

La vittoria sull’ostico campo di Palermo ha permesso ai biancocelesti di raddoppiare il vantaggio sull’immediata inseguitrice: erano 2 i punti sul Milan di Allegri prima della giornata di ieri, sono 4 ora quelli sull’Inter di Benitez.

 

La squadra di Reja domenica è chiamata all’appuntamento con la storia: l’occasione è quella di affondare definitivamente nel derby una Roma lontana già 10 lunghezze. E poi si sa, sulle rive del Tevere battere i concittadini nel derby val forse più dello scudetto stesso. La Lazio arriva all’appuntamento clou carica come non mai: e fa niente se mancherà per squalifica Biava, ai cugini mancherà il capitano di mille battaglie, quel Totti che i cugini “li ha purgati” più di una volta.

 

Spettatrice interessata sarà la squadra di Benitez: sulla carta la sfida a San Siro con un Brescia in crisi di risultati non sembra di quelle insormontabili. Certo, c’è la Coppa di mezzo, gli infortuni che non danno tregua, un attacco che senza Eto’o sembra smarrito, ma la vittoria a Genova di venerdì ha rilanciato le ambizioni nerazzurre: se si portano a casa i tre punti giocando così, chissà cosa sarà in grado di fare la squadra nerazzurra quando ritroverà al 100% i suoi migliori interpreti.

 

Altro discorso per il Milan: la squadra di Allegri, apparsa sottotono nel big match con la Juve, va a far visita ad un Bari in crisi di identità e risultati. Il Bari spumeggiante della passata stagione sembra un lontano ricordo. L’anno scorso espugnare Bari era un’impresa ardua, oggi un assalto assolutamente pianificabile. Per tornare a macinare punti, lasciarsi alle spalle le parole di Ronaldinho e i malumori di Seedorf e mettersi domenica pomeriggio comodamente in poltrona a lasciare che le due romane siano artefici del proprio destino e non solo.

 

TUTTO SULLA SERIE A (CLICCA QUI) - LE PAGELLE DELLA SERIE A (CLICCA QUI)

 

La Juve ritrovata ospita un derelitto Cesena: sarà ancora assente Krasic, ma fa specie pensare che la miglior prestazione stagionale dei bianconeri sia coincisa proprio con l’assenza del serbo. Così impara a tuffarsi, dirà qualcuno. Noi ci limitiamo ad applaudire un Del Neri finalmente capace di trasmettere grinta e nerbo ad una squadra troppo spesso preda del suo passato glorioso e travolta dal suo presente infelice.

 

Discorso anticipi: senza entrare nel merito della scelta di orari perlomeno “scomodi” in cui giocare, ecco che alle 18 del sabato andrà in onda il primo scontro salvezza della stagione: un Bologna-Lecce da ultima spiaggia. Chi si ferma, è perduto. E domenica a pranzo sarà Fiorentina-Chievo a tenere compagnia ai calciofili italici: la panchina di Mijahilovic comincia a traballare, toccherà a Mutu e soci stabilizzarla, facendo però i conti con una compagine scaligera in piena zona Europa League.

 

A completare il quadro della giornata ci saranno i match Napoli-Parma, Sampdoria-Catania e Udinese-Cagliari, prima del posticipo serale che vede contrapposte Palermo e Genoa. Tutte sfide di interesse, in cui si mescolano le ambizioni tricolore di Lavezzi e compagni, le follie di Cassano, la rincorsa inarrestabile degli uomini di Guidolin e la pazienza al capolinea di Zamparini. Tutti motivi validi per gustarsi un weekend di calcio spettacolo allo stato puro.

 

Ma prima di tuffarci nella decima giornata di campionato, dobbiamo pensare alla Champions e all’Europa League: gli ultimi disastrosi risultati europei chiamano il nostro calcio ad una immediata riscossa. E allora, prima di dividerci nelle solite rivalità campanilistiche della domenica, urge compattarsi per il bene del calcio nostrano in Europa. Al campionato ci penseremo da venerdì.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER VEDERE IL CALENDARIO DELLE PARTITE DELLA DECIMA GIORNATA DI SERIE A