BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ 11a Giornata: risultati, gol e assist

La descrizione dell’undicesima giornata di Serie A stagione 2010-2011

Gigi Delneri, allenatore Juve (Foto Ansa)Gigi Delneri, allenatore Juve (Foto Ansa)

Di seguito la descrizione delle partite giocatesi ieri per l’undicesimo turno di Serie A in attesa della sfida fra Parma e Sampdoria in programma questa sera.

La Juventus si ferma al Rigamonti di Brescia, bloccata dai padroni di casa sul risultato di 1 a 1. La rete bianconera è siglata al 71esimo da Fabio Quagliarella dopo bell’assist di Fabio Grosso, ri-arruolato da Delneri vista l’emergenza infortuni. Pochi minuti dopo arriva il pareggio casalingo grazie ad una magia di Diamanti che entra in area dalla sinistra e fa partire un esterno magico che batte Storari incolpevole.

Grande risultato dei partenopei che come ormai marchio di fabbrica trovano la vittoria nei minuti di recupero. I partenopei beffano i sardi al 94esimo grazie ad una rete del Pocho Lavezzi. L’attaccante argentino viene lanciato in contropiede dall’assist di Cavani, e a tu per tu con il portiere avversario non sbaglia e gonfia la rete.

Dopo diversi risultati positivi in serie si ferma l’Udinese di Guidolin al Massimino di Catania. I padroni di casa trovano la rete del vantaggio, e decisiva ai fini dei tre punti, grazie all’argentino Maxi Lopez. Al 60esimo, calcio d’angolo per i rossoazzurri battuto da Mascara che pesca la testa dell’ex Barcellona ed è 1 a 0.

Al Manuzzi di Cesena i padroni di casa di Ficcadenti battono per uno a zero la capolista Lazio che perde la testa della classifica nonché la seconda partita consecutiva. Decide l’incontro una magia di Marco Parolo. All’85esimo il bianconero prende palla a centrocampo e fa partire un missile terra-aria da circa 25 metri che si insacca nel “sette” e batte Muslera, gol meraviglioso del cesenate che vale i tre punti.

Vince la noia allo stadio Bentegodi di Verona. I padroni di casa pareggiano a rete bianche contro il Bari “malato”. Finisce 0 a 0 e non si registrano occasioni degne di nota.