BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Cagliari – Genoa (0-1): i voti, la cronaca, il tabellino (dodicesima giornata)

ballardini_R400_7nov10.jpg (Foto)

 

Cagliari

 

Agazzi 5: Macchia una prestazione positiva facendosi beffare da Ranocchia in occasione del gol.

Perico 5.5: Il gol del Genoa nasce anche da un suo errore di piazzamento.

Ariaudo 6: La sua partita è all’insegna della totale tranquillità. Non corre rischi e si rende pericoloso anche in avanti quando sale sui calci piazzati.

Astori 6: Come il suo compagno di reparto limita al meglio Toni e compagni. Poche le sue colpe in occasione della rete.

Agostini 6: Non male la sua prestazione sull’esterno. Dal suo lato il Genoa fa molta fatica a passare.

Pinardi 6: Qualche buono spunto nella zona nevralgica, troppo poco comunque per sbloccare un Cagliari sempre più in crisi. (Dal 12’st Nenè 5.5: Più di mezz’ora a disposizione che la punta cagliaritana non riesce a sfruttare)

Conti 5.5: Un po’ in ombra il capitano in questo periodo. Dopo l’acuto di Udine, con la splendida rete al volo dal limite dell’aria, pare calato insieme a tutto il suo centrocampo.

Nainggolan 6: Macina chilometri con molta intelligenza nella prima frazione di gioco. Nella ripresa cala visibilmente e viene sostituito. (Dal 23’st Biondini 5.5: Non positivo il suo impatto sulla partita. Ha effettivamente poche colpe sulla sconfitta dei suoi, però non convince comunque nei 20 minuti concessigli).

Cossu 6.5: Nettamente il migliore dei suoi. Nel primo tempo ogni pallone toccato dal folletto cagliaritano sembra poter essere il preludio a qualcosa di pericoloso. Alla lunga il Genoa riesce a limitarlo, senza però mai disinnescarlo completamente.

Matri 5.5: Periodo no per il bomber di Bisoli. Si perde tra le maglie della difesa genoana e oltre una scarsa concretezza non svolge neanche il classico lavoro di movimento per la squadra. (Dal 36’st Laner sv)

Acquafresca 5: Non è più lo stesso giocatore di due anni fa. Ha perso molta fiducia e lo si vede nei numerosi errori, talvolta anche banali, in cui si perde. Appena dopo il vantaggio del Genoa ha l’occasione d’oro per pareggiare ma la spreca scegliendo l’opzione più sbagliata e perdendo il confronto con Eduardo.

 

All. Bisoli 5: Clima di contestazione nei confronti della sua squadra. Lui ci mette del suo, il Cagliari dell’ultimo periodo è una squadra sfilacciata e priva di una vera idea di gioco. La gestione della partita appare anche troppo rinunciataria e le sostituzioni di Matri e Nainggolan non convincono.