BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Juventus-Roma (1-1), i voti, la cronaca, il tabellino (dodicesima giornata)

Partita intensissima all'Olimpico di Torino che finisce 1-1 tra Juventus e Roma

delneri_ranieri_R400_14nov10.jpg (Foto)

Partita intensissima all'Olimpico di Torino che finisce 1-1 tra Juventus e Roma. Squadre attente, gran ritmo e anche una discreta quantità di azioni pericolose, per un partita emozionante che non ha lasciato un attimo di tregua a giocatori, allenatori e tifosi.

Juventus-Roma va al riposo sull'1-1 tra le polemiche in un convulso finale che vede prima "negarsi" un calcio di rigore su Mexes che pareva a velocità naturale essere stato falciato da Chiellini e poi ottenerne un altro per un netto fallo di mano di Pepe, che salta in barriera a braccia larghe e devia un bolide calciato su punizione da Francesco Totti. Freddissimo dal dischetto il capitano della Roma a tempo scaduto, rincorsa al rallenty, pallone a destra e portiere a sinistra. Il gol di totti accende grandi tensioni in campo e prima Delneri accalappia un Pepe furibondo e lo porta negli spogliatoi e poi il capitano della Roma e Storari hanno un acceso scambio di vedute. Atmosfera elettrica per una Roma che ha fatto la partita (supremazia territoriale pressochè totale) e una Juventus abilissima nelle ripartenze (con un Aquilani strepitoso) e un Quagliarella molto mobile. Il gol era arrivato appunto su assist di Aquilani dalla tre quarti avanzata, palla tagliata per Iaquinta lasciato colpevolmente solo che al limite dell'area compie un gesto tecnico di notevole fattura e in girata cadendo scaraventa il pallone in gol. Possesso palla quasi 70% in favore della Roma, due gli ammoniti, Menez e Pepe. Grandi tensioni, grandi emozioni. E tra poco al via il secondo tempo di Juventus-Roma.

Il secondo tempo si sviluppa con una Juventus meno chiusa che cerca di gestire un po' di più il gioco ma è sempre la Roma che è saldamente in cattedra sul piano del possesso palla e dell'iniziativa. Nella Juventus fa il suo debutto stagionale Traoré al posto di Grosso e Rosi nella Roma rileva Cassetti il braccio di ferro prosegue senza grandi emozioni fino al 27' quando Marchisio serve Del Piero: Mexes è strepitoso in chiusura prima sul capitano bianconero e poi sul tentativo di Quagliarella. Altra girandola di sostituzioni, entrano Borriello e Brighi da una parte e Amauri dall'altra. Da annotare una nuova conclusione dalla distanza di Quagliarella che non sorprende Julio Sergio. Si concluderà tutto al 51' tra qualche tensione di troppo, ma è solo lo sfogo di energie nervose che hanno permesso di mettere in scena una partita davvero notevole.