BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Sampdoria – Chievo (0-0): i voti, la cronaca e il tabellino (dodicesima giornata)

Pubblicazione:

dicarlo_mimmo_R375x255_20dic09.jpg

Chievo Verona

 

Sorrentino 6.5: In una partita all’insegna dell’ordinaria amministrazione riesce ad avere la concentrazione necessaria per compiere un miracolo su Pazzini.

Frey 5.5: Costretto a rimanere basso a causa della vivacità di Guberti, fa molta fatica a mantenere l’esterno doriano che risulta infatti il più pericoloso per i ragazzi di Pioli.

Andreolli 6.5: Altra prestazione di altissimo livello. Annulla Pozzi.

Mandelli 6: Insieme ad Andreolli non soffre gli avanti blucerchiati.

Jokic 5: Assolutamente negativa la sua prova. Non incide nelle poche proiezioni offensive e risulta sbadato in copertura.

Fernandes 6.5: Complice l’assenza di Palombo si gode una giornata da autentico dominatore del centrocampo.

Rigoni 5.5: Quando il Chievo ha bisogno di lucidità e qualità nella manovra si scontra spesso con i suoi limiti tecnici e non basta il solito gran lavoro di corsa e volontà.

Marcolini 5.5: Il metronomo clivense non sta certamente attraversando un gran momento di forma. Poco lucido perde diverse palle a centrocampo e non riesce a costruire con qualità la manovra.

Bogliacino 5: Prestazione scialba e abulica. Continua a non incidere. (Dal 20’ st Bentivoglio 6: Il suo ingresso sembra poter far pendere l’ago della bilancia dalla parte del Chievo. Purtroppo è solo una sensazione perché dopo pochi minuti si adagia sui ritmi soporiferi della gara.)

Moscardelli 6: A livello di movimenti mette in grossa difficoltà la difesa doriana. Pecca però ancora una volta in precisione.(Dal 23’ st De Paula 5.5: Il suo ingresso non lascia tracce.)

Thereau 6.5: Avversario molto ostico per la coppia Lucchini – Gastaldello. La sua sostituzione appare abbastanza inspiegabile. (Dal 31’st Granoche sv

All. Pioli 6.5: Buona la preparazione alla partita, un po’ di rammarico però per la mancanza di coraggio. La sensazione è che probabilmente osando un po’ di più il suo Chievo avrebbe potuto compiere l’ennesimo colpo esterno a sorpresa.

 

(Massimiliano de Cesare)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.