BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA MILAN FIORENTINA/ Galli: dopo il derby serve continuità

Pubblicazione:

Rossoneri che fanno festa (Foto Ansa)  Rossoneri che fanno festa (Foto Ansa)

 

Parliamo di Fiorentina, come giudica questo momento?

Particolare direi, perché la squadra sta facendo fatica. Ma è normale perché c’è stato il cambio dell’allenatore, serve sempre una fase di assestamento in quest i casi.

 

E come valuta Mihajlovic?

Sta facendo il suo lavoro, da professionista serio quale è, in una squadra che deve rinunciare a Jovetic, ha un Mutu che deve riprendersi dal lungo periodo di stop e che non può sempre contare sulle invenzioni di Gilardino in attacco.

 

Della presidenza Della Valle e anche della famosa questione della Cittadella del lo sport cosa pensa?

Diego è più un imprenditore, Andrea è più tifoso, più passionale. Certamente ragionano anche da imprenditori nella gestione della Fiorentina. Una società deve cercare di chiudere in pareggio e deve avere gli investimenti adeguati. Quanto alla Cittadella questo è un impegno di lungo termine che fa parte della strategia societaria.

 

E a Firenze che atmosfera si respira?

C’è un po’ di distacco, ma è normale che sia così. Non arrivano i risultati e la gente va poco allo stadio.

 

Un giudizio invece su Prandelli?

Se fossi stato in lui non avrei accettato questo incarico. Secondo me infatti un allenatore deve vedere tutti i giorni i giocatori che allena e questo non è possibile se sei un tecnico della Nazionale.

 

Come vede invece la situazione dell’Italia a livello giovanile?

 E’ un momento difficile, che comunque non riguarda solo l’Under 20, o l’Under 21 , ma visto il risultato dei Mondiali, anche la Nazionale A. Bisogna certamente cambiare il modo di programmare le stesse Under giovanili per poter ottenere risultati a tutti i livelli.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.