BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA MILAN FIORENTINA/ Galli: dopo il derby serve continuità

Rossoneri che fanno festa (Foto Ansa)Rossoneri che fanno festa (Foto Ansa)

 

Parliamo di Fiorentina, come giudica questo momento?

Particolare direi, perché la squadra sta facendo fatica. Ma è normale perché c’è stato il cambio dell’allenatore, serve sempre una fase di assestamento in quest i casi.

 

E come valuta Mihajlovic?

Sta facendo il suo lavoro, da professionista serio quale è, in una squadra che deve rinunciare a Jovetic, ha un Mutu che deve riprendersi dal lungo periodo di stop e che non può sempre contare sulle invenzioni di Gilardino in attacco.

 

Della presidenza Della Valle e anche della famosa questione della Cittadella del lo sport cosa pensa?

Diego è più un imprenditore, Andrea è più tifoso, più passionale. Certamente ragionano anche da imprenditori nella gestione della Fiorentina. Una società deve cercare di chiudere in pareggio e deve avere gli investimenti adeguati. Quanto alla Cittadella questo è un impegno di lungo termine che fa parte della strategia societaria.

 

E a Firenze che atmosfera si respira?

C’è un po’ di distacco, ma è normale che sia così. Non arrivano i risultati e la gente va poco allo stadio.

 

Un giudizio invece su Prandelli?

Se fossi stato in lui non avrei accettato questo incarico. Secondo me infatti un allenatore deve vedere tutti i giorni i giocatori che allena e questo non è possibile se sei un tecnico della Nazionale.

 

Come vede invece la situazione dell’Italia a livello giovanile?

 E’ un momento difficile, che comunque non riguarda solo l’Under 20, o l’Under 21 , ma visto il risultato dei Mondiali, anche la Nazionale A. Bisogna certamente cambiare il modo di programmare le stesse Under giovanili per poter ottenere risultati a tutti i livelli.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.