BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Barcellona-Real Madrid (5-0): la cronaca, le pagelle e il tabellino

Barcellona-Real Madrid è stata una partita splendida per i colpi visti sul terreno di gioco, a cui però è mancato un protagonista

mourinho1_primopianoR375_5mar09.jpg(Foto)

Barcellona-Real Madrid è stata una partita splendida per i colpi visti sul terreno di gioco, a cui però è mancato un protagonista. Il Real Madrid appunto. La squadra di Pep Guardiola ha sbriciolato sul piano tecnico, tattico e della tensione nervosa quella di José Mourinho che a fine gara in ogni caso spiazzerà tutti parlando di sconfitta "facile da digerire". Eppure in campo non c'è stata storia, e la "manita" si è materializzata, come il sorpasso in testa alla Liga.

Raramente abbiamo visto una squadra di Mou subire da tutti i punti di vista l’avversario. Pronti, via è subito il Barca a comandare il gioco. Pochi minuti e primo brivido per Casillas. Sugli sviluppi di un corner, Messi raccoglie palla in area sulla destra. Tutti si aspettano un cross. La Pulce si inventa un pallonetto di sinistro che va a stamparsi sul palo alla destra di Casillas. È il preludio del gol, che arriva due minuti più tardi: Iniesta inventa per Xavi, il centrocampista controlla di tacco e batte Casillas in uscita con un lob delizioso. I blancos non si scuotono e lo show dei blaugrana continua. Al 18’ Villa prende palla sulla sinistra, si beve Sergio Ramos e mette in mezzo. Casillas tocca il pallone, ma non trattiene, irrompe Pedro che insacca: 2-0. Mourinho è attonito, Cristiano Ronaldo invece perde la testa e spinge via Guardiola, reo di non avergli restituito velocemente palla su di una rimessa. Giallo per il portoghese. Prima dell’intervallo, ammonizione anche per Messi per una (brutta) simulazione

La ripresa si apre con una sostituzione nelle file del Real Madrid. Fuori Ozil (evanescente è dir poco per definire la sua prestazione) dentro Lassana Diarra. Ma il cambio non pare sortire effetti di sorta e il Barcellona continua a martellare con un possesso palla splendido perchè abbinato a una circolazione supersonica e a verticalizzazioni e inserimenti davvero mortiferi. Al 48' ci prova Villa, ma il tiro è respinto. La partita prosegue in modo piuttosto spezzettato per i frequenti falli dei giocatori del Real Madrid (Ammonito Xabi Alonso al 51' ma saranno ben cinque i gialli per il Real nella ripresa) fino al 55' quando arriva il teszo splendido gol, che di fatto chiude il match. Villa lanciato da uno strepitoso passaggio filtrante di Leo Messi incrocia di destro un pallone che finisce nell'angolino basso alla destra di Casillas, che sarà ammonito. Dopo tre minuti azione fotocopia e Villa concede il bis: gol e 4-0. La partita sbanda il nervosismo regna sovrano, il Barca tiene palla per lunghissimi minuti e fa quello che vuole. E proprio in pieno Garbage Time al 91' arriva il gol della Manita ad opera di Jeffren su assist di Bojan. E' il tripudio per il Barcellona e il crack nervoso per il Real. Si accende anche una rissa, in cui sarà espulso Sergio Ramos. Ma non c'è più altro da dire.