BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE BWIN/ Grosseto – Torino (0-0), la cronaca e il tabellino

Dopo l’importante vittoria di lunedì sera, il Torino di Lerda arriva a Grosseto alla ricerca di continuità

logo_SerieBwin_R400.jpg (Foto)

GROSSETO-TORINO (SERIE B-WIN): LA CRONACA E IL TABELLINO - Dopo l’importante vittoria di lunedì sera, il Torino di Lerda arriva a Grosseto alla ricerca di continuità. I granata, sinora piuttosto balbettanti lontano dall’Olimpico fanno visita al Grosseto, per una trasferta estremamente ostica, i biancorossi di Moriero hanno infatti conquistato 11 dei loro 12 punti tra le mura amiche e sono fortemente intenzionati a continuare il trend positivo al Zecchini, 3 vittorie e 1 pareggio nelle ultime quattro gare casalinghe.

 

SINTESI PRIMO TEMPO – Partita che si mostra subito vivace, il Torino parte come suo solito a rilento e dopo nemmeno 6’ minuti rischia di andare in svantaggio. Guidone ruba palla a Pratali e lo supera con un dribbling secco, ma al momento di concludere a rete spara altissimo sopra la traversa. Torino che non si sveglia e intorno al 20’ deve ringraziare Rubinho bravissimo a deviare la conclusione al volo di Statella da posizione angolata. La reazione dei granata si palesa in un tentativo dalla distanza di De Vezze e una punizione dai trenta metri di Sgrigna, ma in entrambe le occasioni Mangiapelo è attento e devia in calcio d’angolo. La partita si spegne così sino al duplice fischio di Giancola che manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0.

 

SINTESI SECONDO TEMPO – Il secondo tempo inizia su ritmi molto più blandi. La partita si fa frammentata, a causa dei numerosi falli da una parte e dall’altra. A risentirne sono il gioco e la spettacolarità. Il Torino prova a imporre il proprio ritmo, ma i granata raccolgono solo un cospicuo numero di corner e qualche uscita di Mangiapelo. Dall’altro lato non va certo meglio e l’unico brivido dell’intera ripresa viene da un’incertezza di Rubinho su un innocuo retropassaggio di Pratali, l’errore nello stop del portiere brasiliano, per poco non apre la porta del vantaggio maremmano a Statella, ma lo stesso Rubinho è poi agile a rimediare spedendo in rimessa laterale. Inizia a questo punto la girandola di cambi, entrambi i tecnici tuttavia, non modificano gli assetti in campo che tendono quindi ad annullarsi sino al triplice fischio finale. Triplice fischio che arriva dopo 5 minuti di recupero e nessuna emozione da segnalare.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER IL TABELLINO DI GROSSETO – TORINO