BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCHIESTA/ La camorra e il mondo del calcio: è bufera

Pubblicazione:

SCOMMESSE_R400.jpg

Il sistema è semplice e non ha punti deboli: grazie a funzionari compiacenti il clan s’impadronisce delle agenzie, attraverso prestanomi, iniziando così a riciclare denaro sporco. E i soldi arrivano da due canali: le scommesse, legali o clandestine (la camorra "banca" le scommesse, ossia le gestisce in modo privato: se vince incassa soldi puliti ed esentasse, se perda paga) e il gioco d'azzardo, eludendo i controlli e i vincoli di vincita imposti dalla legge. Il tutto accompagnato da un giro d'usura impressionante.

 

E il ruolo dei giocatori in tutto questo sistema? Un ex calciatore, che parla alla la Gazzetta dello Sport, racconta: "Non capisco come dopo tutti gli scandali sulle scommesse ci si possa ancora sorprendere: la maggior parte dei calciatori punta su partite aggiustate. C'è un passaparola: impossibile che un risultato concordato sfugga a questa rete". E, purtroppo, ad avvalorare questa tesi ci sono le intercettazioni telefoniche, in cui proprio Cristian Biancone racconta di aver saputo in anticipo persino il risultato di Bochum-Energie Cottubs, campionato tedesco: "Hanno fatto una cosa pazzesca in Germania. Sul live di Bochum-Energie si sono giocati in 20 minuti oltre 1 milione e duecento mila euro. Tutti sull'uno. Pensa: all’inizio ha segnato l’Energie. Eh, un vero capolavoro. Il risultato finale l’ho saputo mezz’ora prima..."

 

Le inchieste proseguono a 360 gradi: il calcio sta venendo divorato lentamente dal male oscuro delle scommesse clandestine, gestite dai tentacoli della camorra. Bisogna intervenire subito perchè non è possibile che in Italia non si possa puntare sulla gare delle serie minori perché le agenzie sanno che la criminalità ne disporrebbe con grande facilità. L'inchiesta del pm Francesco Basentini, che ha portato all’arresto, tra gli altri, di Giuseppe Postiglione, ex presidente del Potenza calcio, è il primo segnale importante nella direzione di lasciare il calcio ai veri tifosi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.