BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Udinese - Fiorentina (2-1): la cronaca, le pagelle e il tabellino

Pubblicazione:

dinatale_gioia_R375x255_24set09.jpg

Fiorentina

Avramov 5: Insicuro per tutta la gara. Trema sulle conclusioni dalla distanza per poi cadere, colpevolmente, sulla botta di Armero.

Comotto 5.5: In affanno costante, Armero è un cliente ostico e gli sfugge via con troppa facilità.

Gamberini 6: Il migliore dei suoi, regge da solo la baracca lottando con tenacia su ogni pallone. Peccato che nell’occasione del vantaggio si dimostri un po’ troppo ingenuo.

Krouldrup 5.5: Il rientro non è dei migliori. Resiste con la forza dei nervi sino all’ingresso di Denis. Quando entra l’argentino però non trova le contromisure.

De Silvestri 5: Fa fare un figurone ad Isla.

D’Agostino 5: Dovrebbe essere il faro che illumina la manovra, ma quest’oggi è piuttosto spento. La Fiorentina non trova mai le geometrie e lui non convince.

Donadel 6: Tanto lavoro sporco e corsa. Manca l’organizzazione di gioco e quindi spesso il suo pressing risulta vano, ma è comunque da apprezzare la voglia che ci mette. (Dal 1’st Zanetti 5: Entra per dare ordine alla manovra ma viene sovrastato anche lui dal centrocampo friulano).

Santana 5.5: Il gol è un tentativo estemporaneo sul quale sono più i demeriti di Handanovic che i suoi meriti. Per il resto gioca male e sbaglia spesso.

Ljalic 5: Non incide dalla metà campo in su. Arretra spesso per ottenere più palloni giocabili ma non è mai preciso. (Dal 10’st Bolatti 5: Entrato per dare maggiore copertura e mantenere il vantaggio, non entra mai in partita).

Vargas 5: Si lascia prendere troppo dall’agonismo e spesso non è preciso. Prova spesso la conclusione da posizione impossibile, segno di poca lucidità. (Dal 30’st Babacar sv)

Mutu 5: Non ha molte occasioni per mettersi in mostra, ma non appare in una delle sue giornate migliori. I difensori avversari lo chiudono sempre con relativa facilità.

All. Mihajlovic 5: Dopo i risultati positivi delle scorse giornate, la sua Fiorentina compie diversi passi indietro disputando una partita davvero scialba. La rete del vantaggio ad opera di Santana è un regalo della provvidenza che a conti fatti, la sua squadra non merita.

(Massimiliano de Cesare)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.