BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLIMA/ Il WMO: Il 2010 l’anno più caldo. Ma i meteorologi vivono su Marte?

Pubblicazione:

neve_auto_norvegia_R400.jpg

Nevicate a marzo e novembre, pinguini africani morti di freddo in giugno, un autunno segnato da rovinosi allagamenti in tutta Italia. Eppure, secondo il WMO (World Meteorological Organization), l'organismo dell'Onu che analizza clima, tempo ed eventi meteo, il 2010 è stato l’anno più caldo dal 1850.

 

ONDATA DI FREDDO - Basta però mettere il naso fuori casa per rendersi conto che qualcosa non quadra. L’annunciata, intensa ondata di freddo, alla fine è infatti arrivata. E per tutta la settimana si batteranno davvero i denti da Nord a Sud. Secondo gli esperti la neve arriverà, anche a quote molto basse, sulle regioni adriatiche e al Meridione. Rigide le temperature, anche le massime, che come riporta l’Apcom al Nord risulteranno di poco superiori allo zero di giorno e abbondantemente al di sotto di notte: previste punte di -10° a Bolzano e Aosta, -8° a Firenze, -5° a Milano e Torino e Roma, -4° a Venezia.

 

MENO 25 GRADI - Gelo intenso sulle Alpi: -25° a Livigno e sull'altipiano di Asiago. Fino a Natale poi le temperature in Italia saranno nella media, con nevicate in montagna e rovesci in pianura. E secondo le previsioni a lungo termine (con percentuale di certezza solo del 30%) a Natale e Santo Stefano pioverà, con il tempo che si manterrà incerto fino alla fine dell’anno. Ma nonostante le temperature polari di questi giorni, secondo le rilevazioni il 2010 sarebbe l’anno più caldo dal 1850 a oggi. A renderlo noto è stato Michel Jarraud, segretario generale del WMO. Probabilmente cioè, come scrive La Stampa, il 2010 sarebbe l’anno più caldo da quando l'umanità ha cominciato a misurare la temperatura in modo esatto.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO



  PAG. SUCC. >