BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA/ Bisoli, il Novara come il mio Cesena: può arrivare in A

Bisoli_R400_13dic10(2).jpg(Foto)

Quando si realizza un sogno, le componenti determinanti sono molte e non sono ascrivibili a un solo calciatore: «Non ci può essere un giocatore simbolo, c’è un gruppo di giocatori». In questi tre anni ha potuto vedere da vicino tutti e tre i campionati per affermare che dalla C alla B «non c’è poi tanta differenza, mentre in A non sono ammessi gli errori. In B, invece, qualche passo falso è ammesso. Dalla C alla B si possono vedere squadre come il Cesena e come il Novara che con gli stessi giocatori e gli stessi interpreti fanno bene». Dopo la doppia promozione Bisoli ha chiuso la bella parentesi di Cesena senza particolari rimpianti: gli accordi si fanno in due e a distanza di tempo (con l’esperienza negativa – per i risultati, non per il gioco – a Cagliari) sarebbe «troppo facile» dire di aver sbagliato valutazione. Restano, comunque, due anni indimenticabili. E oggi, «sereno (so di avere dato tutto)», segue le partite di A e di B, pronto a rientrare in Italia non all’estero («mi piace il campionato italiano») e senza preclusioni legate alla categoria.

© Riproduzione Riservata.