BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA SAMPDORIA GENOA/ Torrente, il mio Gubbio ha il Grifone nel sangue

Abbiamo chiesto a VINCENZO TORRENTE, allenatore del Gubbio, quindici anni come calciatore rossoblù, di commentare il derby della Lanterna 

tifosigenoaR400.jpg (Foto)

ESCLUSIVA SAMPDORIA GENOA - Una squadra al vertice del girone A di Prima Divisione, il Gubbio dei miracoli, e un allenatore che la sta guidando nel migliore dei modi. Vincenzo Torrente è l'artefice di questo "miracolo", quindici anni come giocatore del Genoa e poi sette come tecnico nei settori giovanili. Poi c’è Gigi Simoni, ora direttore tecnico del Gubbio, in passato giocatore e allenatore del Grifone e una colonia di giocatori che provengono dal vivaio rossoblù. C'è tanto Genoa in questo Gubbio, per questo abbiamo chiesto a Torrente di raccontarci il derby della Lanterna, in esclusiva per ilsussidiario.net.



Neopromosso e primo in classifica, qual è il segreto del Gubbio?


La forza di questa squadra è l’affiatamento esistente tra tutti i componenti del club. La società è sana e sa lavorare anche con un budget molto basso. Del resto questa squadra ha fatto già bene l’anno scorso e ha l’entusiasmo giusto per imporsi. A tutto questo poi si aggiunge il fatto di lavorare in un ambiente sano, con un pubblico passionale e senza nessuna pressione dell’opinione pubblica. Sono tutti elementi che fanno del Gubbio una società vincente.



Sogno o possibile realtà la promozione in serie B?


Per ora l’obiettivo è quello di fare i punti necessari per ottenere la salvezza. Poi potremo pensare a qualcosa di più, sinceramente la promozione in serie B resta un bellissimo sogno.

Un sogno da realizzare proprio in questa stagione, magari aggiungendo anche la promozione della Nocerina, sua prima squadra da calciatore, attualmente in testa al Girone B di Prima Divisione…


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO