BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ 17a Giornata: risultati, classifica, assist e gol

goljuve_R375_10nov08.jpg (Foto)

BARI-PALERMO 1-1: ancora una volta il Palermo fallisce un'occasione d'oro per avvicinarsi ai primi quattro posti. La formazione di Delio Rossi non approfitta della superiorità numerica per circa un'ora e si fa addirittura raggiungere sul pari dal Bari di Ventura ancora una volta in emergenza totale. Il match nel primo tempo offre pochi spunti, i galletti restano in dieci al 31esimo per l'ennesima espulsione di Rossi, doppia ammonizione per lui. Sul finire del tempo vantaggio rosanero con un tiro di Ilicic deviato da Belmonte che spiazza il portiere Padelli. Nella ripresa il Bari trova subito il pareggio al nono minuto con un calcio di rigore fischiato per fallo di Goian su Rivas e realizzato da Andrea Masiello. Verso metà frazione Pastore non trova il gol dal centro dell'area di rigore e nel finale Maccarone sfiora il palo.

 

CATANIA-BRESCIA 1-0: il Catania di Giampaolo ritrova la vittoria. Al Massimino finisce uno a zero per i siciliani contro il Brescia di Beretta, seconda presenza sulla panchina dei lombardi per il tecnico milanese che dopo la vittoria della scorsa giornata esce sconfitto dalla trasferta siciliana. Il gol vittoria arriva al 33esimo con Maxi Lopez che sfrutta un errore in disimpegno di Budel e in girata fredda Sereni. Nel secondo tempo un'occasionissima a testa, la prima è del Catania con un colpo di testa di Silvestre miracolosamente parato dal portiere del Brescia mentre nel finale Carboni salva sulla linea un colpo di testa di Daprelà.

 

CHIEVO-JUVENTUS 1-1: la Juventus di Delneri sciupa una grande occasione per recuperare punti il Milan e si deve accontentare di un punto nella trasferta di Verona contro il Chievo. Partita che inizia male per i bianconeri con il Chievo che ha la possibilità di tirare un calcio di rigore per fallo di Chiellini su Moscardelli, ma il riflesso di Storari è prodigioso sul tiro di Marcolini e il punteggio rimane fissato sullo zero a zero. Al 31esimo Juventus in vantaggio con una rovesciata pazzesca di Fabio Quagliarella che fredda Sorrentino dopo una mischia in area clivense. Il secondo tempo si apre con l'espulsione di Giandonato per fallo su Constant lanciato a rete. Il Chievo prova a spingere ma la Juventus va vicina al raddoppio prima con Iaquinta e poi con Krasic che sbaglia clamorosamente a porta vuota cogliendo la traversa dopo aver dribblato mezza squadra avversaria compreso il portiere. La beffa per i bianconeri è dietro l'angolo e si materializza a tempo scaduto con Pellissier che dimenticato dal giovane Sorensen mette dentro un assist di testa di Moscardelli.