BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BASKET/ La Virtus Roma torna a vincere. Battuta Pesaro 70-61

Pubblicazione:lunedì 15 marzo 2010

BASKET LEGA A - La Virtus Roma vince e conferma l'ottavo posto in campionato. La squadra di coach Boniciolli si impone sulla Scavolini Spar Pesaro per 70-61 alla fine di un match trascorso per lunghi tratti in vantaggio, anche se molto equilibrato. Sul parquet del Palalottomatica si sono visti tanti falli, 49 in totale, che hanno spesso interrotto la gara e costretto Winston (Roma) e Joksimovic (Pesaro) ad abbandonare il campo anzitempo.

 

Parte in vantaggio la squadra pesarese che nel primo quarto, inizialmente mette da parte un bel bottino e poi combatte punto su punto contro i padroni di casa per poi cedere 21-19 alla fine della prima frazione di gioco. Sempre sotto nel secondo tempo, la squadra di Dalmonte torna rinvigorita dopo l'intervallo e riagguanta la situazione riportandosi ad un punto di scarto dai romani.

 

Nell'ultima frazione di gioco, spinta dal calore del pubblico, la Lottomatica riesce ad allungare e a chiudere il match che, sugli scudi, vede Jacopo Giachetti miglior realizzatore con 15 punti. Bene anche Andrea Crosariol che ne ha totalizzati 10. In doppia cifra per Roma vanno anche Jaaber (13) e Hutson (10). Pesaro si difende con le triple di Cinciarini, per lui 11 punti in 14 minuti di gioco con un 3/4 nei tiri da tre. Ci prova anche il capitano Michael Hicks che in 30 minuti colleziona 14 punti, 11  invece sia per il play Marques Green che per il centro Eric Williams. Roma però chiude spesso a chiave le porte della difesa, raccoglie 29 recuperi e può vantare un ottimo lavoro di contenimento da parte di Hutson su Eric Williams.

 

Vittoria sofferta ma fondamentale. Dopo un bel testa a testa con una Pesaro non sempre precisa, la Virtus riesce a chiudere il match e ad aggiudicarsi i due punti che scacciano la sconfitta di domenica scorsa a Biella. Pesaro ha perso parecchie palle subendo poi le velenose infiltrazioni romane nella sua difesa, non riuscendo a cambiare la rotta della gara una volta per tutte. Per la formazione marchigiana suona ora un campanello d'allarme: Scavolini terzultima a 14 punti e un campionato da riacciuffare nelle prossime giornate.

 

(mar.fat.)



© Riproduzione Riservata.