BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHELSEA INTER/ La tripla vittoria del "mago" Mourinho

etoo_chelsea_R375x255_17mar10.jpg (Foto)

Poi l'atteggiamento. L'Inter molle e impaurita, che negli ultimi anni è stata rimandata a casa in Champions da Villareal, Valencia, Liverpool e Manchester United, sembra essere scomparsa. La forza e la convinzione nei propri mezzi è un regalo dello Special One che, con atteggiamenti spesso anche discutibili (vedi le reiterate polemiche), ha creato un gruppo convinto e feroce: i giocatori entrano in campo con la consapevolezza di essere i migliori. Il rischio è il nervosismo eccessivo, che però ha avuto effetti collaterali (vedi partita contro la Sampdoria) sopportabili ma si è trasformato in energie positive nelle partite determinanti. Infine il capolavoro tattico.

 

Alla lettura delle formazioni i più avranno strabuzzato gli occhi nel vedere l'Inter schierata con tre punte vere più Snejider. Invece l'alchimia dello Special One ha letteralmente congelato la partita. Due punte larghe, Pandev ed Eto'o per bloccare i terzini di Ancelotti, Milito a coprire il fronte offensivo e a fare da sponda per gli inserimenti delle due punte e dare un riferimento a uno Snejider in versione Suarez. Un'altra scommessa vinta, un'altra mossa coraggiosa e un messaggio che prima di tutto era rivolta ai giocatori stessi: siamo l'Inter, entriamo in campo per vincere anche a Stamford Bridge. Detto, fatto....

 

(Francesco Lovati)

 

GUARDA IL VIDEO E LA SINTESI DI CHELSEA INTER (0-1)

© Riproduzione Riservata.