BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESLUSIVA MILANO SANREMO/ Moser: la "classica di primavera" si vince aspettando. LA DIRETTA

Pubblicazione:sabato 20 marzo 2010

Moser_R375_19mar10_phixr(2).jpg (Foto)

Forse adesso si sente anche un po’ la mancanza di quella rivalità che c’era tra lei e Saronni che infiammava il pubblico e faceva parlare i giornali...

I grandi duelli fanno bene al ciclismo come a tutto lo sport. Quello tra me e Saronni aveva suscitato un’attenzione molto forte snel mondo delle due ruote. Adesso purtroppo non c’è niente del genere qui in Italia.

 

In più facciamo anche fatica a trovare l’erede di Pantani nelle corse a tappe…

L’erede di Pantani non c’è ancora. Bisognerà aspettare ancora molto.

 

Neanche Nibali?

Nibali non ha le caratteristiche fisiche di Pantani. E’ un buon passista. Ma è molto lontano dal corridore romagnolo.

 

Per il Giro d’Italia invece è fiducioso?

Penso che la concorrenza non sarà così grande. I corridori italiani dovrebbero fare bene e hanno possibilità di vincere. Basso per esempio ha buone chances.

 

Il cicllismo italiano è in lutto. E’ scomparso Franco Ballerini. Ci può dare un suo ricordo?

Un ottimo corridore e un grandissimo commissario tecnico della Nazionale. E'stata una perdita dolorosa per tutto il mondo del ciclismo.

 

Lei accetterebbe il ruolo di nuovo C.T. della Nazionale?

Per uno o due anni lo farei. Poi basta. Sono fuori dal giro da tanto tempo. Preferisco così.

 

Nella storia ciclismo chi è più grande tra Coppi, Merckx, Hinault e Indurain?

Non c’è alcun dubbio. Merckx è stato sensazionale. E’ lui il migliore di tutti i tempi.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.