BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILANO SANREMO/ Suggestioni e cronaca della "classicissima" vinta da Freire

Freire_R375_20mar10.jpg (Foto)

Ai meno 3 allunga Nibali, Pozzato lo riprende e lo salta, ma il gruppetto alle spalle non dà scampo: il Liquigas Oss tira forte a mani basse, lancia la volata a Bennati, il quale, stanco, non riesce a sprintare fino in fondo. Freire esce dalla ruota del toscano e lo salta a velocità doppia. Boonen, a ruota di Freire, non riesce nemmeno ad avvicinarlo. Petacchi, partito accanto a Boonen, non riesce a liberare la vecchia progressione di un tempo. Stavolta la potenza pura è nelle gambe di Freire, che quest’anno ha già vinto tanto. Quarto il giovanissimo Modolo, della Colnago: 22 anni, una grande stagione nei dilettanti l’anno scorso, e quest’anno già un 4° posto alla Sanremo. Boasson Hagen, uno dei favoriti della vigilia, nemmeno è entrato nello sprint; a Cancellara, pur arrivando coi migliori, non è riuscita la fucilata del 2008; Cavendish è perso anni luce più indietro: il vincitore del 2009 fa parte di quei microgruppetti formatasi tra Cipressa e Sanremo. Oscar Freire oggi era il più forte: il secondo e il terzo, Boonen e Petacchi, sul traguardo non sono nemmeno arrabbiati, sono soddisfatti e unanimi nel riconoscere la superiorità netta di Freire. E così Oscarito, dopo aver vinto 3 mondiali, riesce anche a vincere per la terza volta la Sanremo: complimenti. E complimenti per aver deciso, per la prima volta, di venire a disputare il Giro. Ci farà piacere vedere questo fuoriclasse sulle nostre strade.

(Gigi Crema)

© Riproduzione Riservata.