BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Juventus, Andrea Agnelli e un nuovo socio finanziario: due mosse per tentare di uscire dal coma

Solo l'entrata in società del figlio di Umberto e un nuovo socio industriale potrebbero risollevare la situazione della società bianconera

agnelli_andrea_elkann_R375x255_22dic09.jpg (Foto)

Riceviamo e pubblichiamo questa analisi per gentile concessione da parte del team di JU29RO, sito di controinformazione e analisi sul mondo bianconero, che annovera tra i suoi collaboratori un nutrito gruppo di piccoli azionisti della Juventus.

CALCIOMERCATO JUVENTUS - Le preoccupanti condizioni in cui versa la Juventus dal punto di vista sportivo e societario dovranno essere ben presto oggetto di una approfondita riflessione. La discussione a Torino è partita già da qualche settimana e pare che autorevoli esponenti della vasta famiglia Agnelli abbiano chiaramente fatto sapere a John Elkann di non essere disposti ad aprire il portafoglio per la Juventus. Sarebbero dunque contrari a finanziare un nuovo aumento di capitale come quello del 2007, che Blanc ha praticamente sperperato comprando giocatori sopravvalutati oppure semplicemente inadeguati al blasone della Juventus.

La discussione, a nostro parere, non dovrà solo riguardare le eventuali risorse economiche da convogliare verso Corso Galileo Ferraris, ma anche, e soprattutto, l'assetto amministrativo e gestionale di una società che appare, mai come prima, allo sbando. Molti tifosi, nelle scorse settimane hanno invocato l'arrivo di Andrea Agnelli al timone della società. A tale proposito abbiamo registrato alcuni commenti secondo i quali Andrea avrebbe lo stesso grado di menefreghismo del cugino John nei confronti della Juventus. Altri addirittura invitano a diffidare di lui come "salvatore della patria".