BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MILAN/ Volata scudetto, Leonardo: «Non molliamo, anche senza Pato»

Pubblicazione:martedì 23 marzo 2010

Leonardo_R375_1ott09.JPG (Foto)

MILAN- Nonostante l'assenza di Pato Leonardo è fiducioso per il suo Milan. Aspetta la partita di Parma con tranquillità e afferma che il Milan è pronto per lo sprint finale. "Per disputare le prossime nove partite ci vogliono tante cose, ma il discorso vale per tutti. Saranno gare tirate, ma il Milan fin dall'inizio, con tutti gli uomini a disposizione, ha detto la sua e credo che siamo ancora in grado di farlo. Anzi, ci stiamo superando e questo è positivo". Ostenta umiltà Leonardo, dando tutti i meriti ai suoi giocatori. "Merito mio? Semmai è dei ragazzi; sono stati bravissimi, anzi, di più. Hanno tirato fuori tutto.

 

E' merito del cuore storico che ha tenuto in piedi la baracca in situazioni complicate". Su questa trasferta difficile in terra d'Emilia, ecco le sue parole. "Gli infortuni? Sì, è vero, sono tanti e importanti. Come si gestiscono? Tutte le squadre vivono queste situazioni. E' il calcio che giochiamo oggi, l'intensità. A noi è successo molto. All'inizio erano infortuni che siamo riusciti a gestire, adesso si sono accumulati, ma ho alternative valide". Su Pato? "E' una ricaduta, ma si deve ancora valutare tutto e andare all'origine per capire entro quando possiamo riaverlo". E ancora sul Parma "Il gruppo di Guidolin ha nella corsa il suo punto di forza. Noi dobbiamo imporre il nostro gioco, creare occasioni e capitalizzarle. Loro cambiano molto, pressano e fanno valere la loro fisicità. Credo che giocheranno con una difesa a quattro". Poi ancora sulle motivazioni del Milan "Trovarci a un punto dell'Inter ci rende felici, ricordando quello che era accaduto all'inizio è una grande cosa. Ma la valutiamo tranquillamente e la squadra è molto concentrata sul nostro gioco e sull'avversario, a prescindere di quello che accade agli altri".

MILAN LEONARDO E LA VOLATA SCUDETTO: CONTINUA A LEGGERE, CLICCA QUI SOTTO

 


  PAG. SUCC. >