BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AS ROMA/ Giallorossi a tre punti dal Milan. Si prepara la sfida con il Livorno

pirlo_baptista_r375X255_06MAR10.JPG (Foto)

I giochi sono ancora aperti, anzi apertissimi. Parlare di scudetto e rincorsa all'Inter è sempre risultato fuori luogo, un giochino rischioso e utopistico. Lo stesso Ranieri ha saggiamente mantenuto quel low profile fatto di umiltà, lavoro e risultati che ad oggi danno ragione alla Roma. La compagine giallorossa, dopo il pareggio coi rossoneri, raccoglie il diciassettesimo risultato utile consecutivo in campionato mantenedo il terzo posto in classifica a tre lunghezze dal Milan e a sette dai nerazzurri.

 

Non si vince con le consolazioni, ma il colpo d'occhio che l'Olimpico ha offerto sabato sera rappresenta uno splendido trionfo. Settantamila tifosi hanno gremito ogni posto dello stadio facendo registrare il tutto esaurito che, qui, non si vedeva dall'anno dello scudetto. Un entusiasmo che ha colorato gli spalti e ha animato il lungotevere sin dalle 16 del pomeriggio per una festa di popolo che finalmente è tornato, in massa, per riabbracciare un grande amore.

 

E il pubblico, dodicesimo uomo in campo, non è certo un fattore secondario, soprattutto a Roma dove il calcio (e la Magica) è quotidianità e ossessione, una sorta di pensiero costante. Ebbene, quel pubblico delle grandi occasioni è rinato ed ora è pronto a "scendere in campo" anche nelle prossime sfide cruciali della Roma, una su tutte quella contro l'Inter.

 

I presupposti per far bene ci sono. La zona Champions e le posizioni di vertice risultano attualmente occupate proprio dalla Roma. La squadra, seppur stanca, ha una settimana di tempo per riprendere energie, recuperare al meglio alcune pedine fondamentali (Pizarro e Toni) e pianificare il percorso dell'immediato futuro di un gruppo affiatato, carico e affamato di successi. In attesa del leader Francesco Totti. Che, statene certi, tornerà con la grinta del numero dieci.

 

(Marco Fattorini)

© Riproduzione Riservata.