BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA INTER/ 100 anni fa nasceva Helenio Herrera: Corso racconta il "Mago"

MARIO CORSO, bandiera nerazzurra e protagonista della grande Inter racconta Helenio Herrera, uno che "preparava benissimo la partita e ha introdotto un rapporto particolare con la stampa"... ricorda qualcuno?

Herrera_Helenio_R375_10apr10.jpg(Foto)

Sono giorni importanti per l’Inter. La doppia sfida in Champions League con il Barcellona, quella con la Fiorentina, in campionato e poi in Coppa Italia e l'incontro a San Siro con la Juventus. E domani un importante anniversario. Il 10 aprile 1910 nasceva a Buenos Aires Helenio Herrera, l’allenatore della “grande Inter” degli anni sessanta. Per parlare di tutto questo abbiamo sentito Mario Corso, bandiera nerazzurra, dal 1957 al 1973 con la squadra milanese, 413 presenze e 75 gol. Quattro scudetti vinti, tre proprio con Herrera tecnico, a cui si aggiungono le due Coppe dei Campioni e le due Coppe Intercontinentali conquistate col “Mago”. Eccolo in questa intervista in esclusiva per il sussidiario. net.

Corso è una data importante per l’Inter. Sono passati cent’anni dalla nascita di Helenio Herrera…

Herrera è stato uno dei più grandi tecnici della storia del calcio. Con la sua mentalità ha rinnovato il gioco del football. Ha introdotto la figura moderna dell’allenatore. E’ stato veramente un grande.

Un personaggio speciale…

Ha saputo introdurre un modo particolare di gestire il gruppo. Aveva la capacità di preparare molto bene le partite e in effetti è stato uno dei creatori della “grande Inter”. In più ha saputo introdurre un rapporto esclusivo con la stampa, con i media.

E’ stato l’unico che ha fatto vincere all’ Inter la Coppa dei Campioni...

Certo, anche se il maggior merito va ad Angelo Moratti, poi alla squadra, poi ad Herrera.

Memorabili i suoi duelli con Rocco…

Fantastici, è stata una rivalità che ha fatto bene al calcio italiano in un’epoca bellissima come quella degli anni ’60.

Ci sono dei paralleli tra Herrera e Mourinho?

Tutti e due sono bravissimi nel rapporto con la stampa. Se Herrera era una fortuna per i giornalisti, lo è anche Mourinho. C’è comunque una differenza: il tecnico portoghese è più bravo nel gestire la squadra. Anche perché sono cambiati i tempi. Il calcio si è molto evoluto. Allora Herrera aveva solo 14 giocatori. Ora Mourinho ne ha 25.


COMMENTI
10/04/2010 - Sì, ricorda qualcuno. (Giuseppe Crippa)

In effetti Herrera ricorda qualcuno... C'è in giro un personaggio che raccoglie in sè il peggio dell'allenatore (lui sì) che ha dato due Coppe Campioni all'Inter.