BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOPOLI / Moggi attacca: 75 intercettazioni shock su Inter e Milan

Moggi_Napoli_R375_13apr10.jpeg(Foto)

La prossima udienza è stata fissata per il 20 aprile. In quell’occasione saranno sentiti anche tre testimoni tra i quali Carlo Ancelotti, già allenatore di Milan e Fiorentina, attualmente a Londra sulla panchina del Chelsea. Pochi e scarni i commenti da parte dei dirigenti delle principali società sull’udienza di oggi. Per tutti la risposta del presidente dell’Inter, Massimo Moratti: “Non ho seguito, non ho avuto tempo per farlo”. Anche se le intercettazioni presentate dai difensori del principale imputato del processo chiamano in causa numerosi club. “Non finisce qui – ha dichiarato Moggi – nelle prossime udienze tireremo fuori altre conversazioni inedite che riguardano Inter e Milan”.

 

In un’intercettazione del 17 aprile 2005 per esempio Meani dice all’arbitro Alessandro Stagnoli, riferendosi al presidente del Palermo, Maurizio Zamparini: “Da quando è diventato vicepresidente della Lega, rompe il c… a Bergamo. Quello là che è un politico si incazza, lui non protegge gli arbitri, ma protegge se stesso”. Per non parlare infine del colloquio tra Bergamo e Luciano Spalletti, all’epoca allenatore dell’Udinese. “Ti posso anticipare che a scanso di ripensamenti all’ultimo momento, gli assistenti li ho già fatti, quindi viene Pisacreta che per noi è il n° 1 e Griselli che è quello di Livorno che quest’anno è stato il n° 1, quindi sei bello blindato - dice Bergamo al tecnico di Certaldo -. Vediamo ora il sorteggio cosa ti dà tra gli internazionali che abbiamo messo in griglia”.

 

(Pietro Vernizzi)

 

© Riproduzione Riservata.


COMMENTI
14/04/2010 - intercettazioni si ed intercettazioni no (antonio petrina)

ma si può commentare il mare magnum di intercettazioni che dicono fatti personali,il classico pollaio in tutte le salse ? Se c'è corruzione o concussione a altri fatti penali, dica il giudice sportivo ,come peritus peritorum ,cosa è rilevante delle stesse intercettazioni dall'inizio e mai più dopo si possano ammettere delle intercettazioni e si finisca con il pollaio e similia : urge una riforma per porre un freno all'abuso delle stesse intercettazioni !