BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOPOLI/ Inter, Facchetti jr: restituiamo scudetto 2005-06

facchetti_R375x255_07apr10.jpg (Foto)

Facchetti jr. ammette poi che c'erano sospetti su Calciopoli e che in famiglia se ne parlava: «Di alcuni episodi che si vedevano, di una serie di strane coincidenze, chiamiamole così. Io all'inizio facevo fatica a credere e poi sono felice di essere stato sbugiardato». Ammette anche che suo padre parlava con i designatori ma «faceva diversamente perchè il contenuto delle telefonate era differente».

 

Ritorna poi sulla frase incriminata, in cui la difesa di Moggi accusa Facchetti di aver indicato il nome di Collina per arbitrare una gara. «Il nome del signor Collina lo pronuncia per la prima volta nella telefonata il dottor Bergamo e non Giacinto Facchetti La telefonata è completamente diversa dalla trascrizione che è stata usata in aula ieri». Facchetti junior non è quindi d'accordo sul la teoria dei legali di Moggi per cui tutti colpevoli nessun colpevole: «La sostanza è assolutamente differente. Chiedere il miglior arbitro per giocare una partita mi sembra la richiesta di giocare una partita in condizioni di legalità nel campionato più taroccato nella storia del campionato italiano».

© Riproduzione Riservata.