BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOPOLI/ Bergamo a Moratti: "Vorrei fare meglio, distribuire gli arbitri in maniera meno casuale". Intercettazione integrale del 25 dicembre 2004

 La telefonata di Bergamo a Moratti il giorno di Natale 2004. "Distribuire meglio gli arbitri"

MORATTI_R375.jpg (Foto)

CALCIOPOLI – Paolo Bergamo telefona a Massimo Moratti. E’ il giorno di Natale del 2004. Dopo gli auguri, la preoccupazione di Bergamo che la scelta degli arbitraggi possa non infastidire.

Bergamo: “Presidente buongiorno, sono Paolo Bergamo”.

Moratti: “Buongiorno come sta?”.

Bergamo: “Grazie bene, sono in casa. MI ha detto Giacinto che approfittava di questi giorni per riposarsi un attimo”.

Moratti: “Sono qui con la famiglia (…). Come va lei?”.

Bergamo: “Mah insomma, quest’anno…”.

Moratti: “Non mi sembra mica male no?”.

Bergamo: “Come lavoro bene, ma abbiamo un po’ di difficoltà con il sorteggio, che a tre fasce penalizza un po’ le designazioni e purtroppo squadre come la vostra che sono sempre in prima fascia, non abbiamo la possibilità magari di trovare qualche giovane, però mirato, che…”.

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO E ASCOLTARE L'AUDIO DELLA TELEFONATA BERGAMO-MORATTI