BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOPOLI/ Milan, Bergamo a Galliani: "Ho chiamato Trefoloni e abbiamo riscritto il rapporto". Intercettazione integrale del 17 maggio 2005

Pubblicazione:venerdì 16 aprile 2010

galliani_R375.jpg (Foto)

CALCIOPOLI – Adriano Galliani chiama Paolo Bergamo. L’amministratore delegato del Milan è adirato per un brutto fallo sul suo giocatore Kakà nella precedente partita. Bergamo lo assicura che farà riscrivere il rapporto arbitrale in modo che il giocatore autore del fallo abbia una squalifica severa. Nel finale della conversazione, Galliani invita Bergamo alla finale di Champions a Istanbul offrendo un posto a bordo dell’aereo del Milan.

GALLIANI: Sono Galliani buongiorno.

BERGAMO: Buongiorno dottore come va.

GALLIANI: Bene, l`ho cercata molte volte ieri ma era occupato, non rispondeva.

BERGAMO: Io ieri mattina dottore l`ho cercata perché veramente, a parte che non mi sono ancora ripreso dall`altra domenica. E questo purtroppo è stato un trauma che in famiglia ci ha lasciato il segno. Pensavamo tutto fuori che quello.

GALLIANI: Anche noi. Anche noi.

BERGAMO: Mi creda, boh. Se andava male male male potevamo pareggiare, ma insomma.

GALLIANI E pareggiando avremmo vinto anche a Lecce, perché non avremmo mollato psicologicamente. Se avessimo pareggiato Con la Juve rimanevamo in testa alla classifica, a Lecce vincevamo di sicuro, insomma perché la partita era abbordabile.

BERGAMO: Pensi che Ancelotti si sia fidato troppo dei suoi uomini magari non abbiamo considerato che Nesta e Pirlo non stavano bene, Ambrosini era il solito.

GALLIANi: Esatto. Adesso per oggi nella riunione parte l`operazione Istanbul. E speriamo in bene. Domenica brutto, dobbiamo...

BERGAMO: Sì ecco Lecce, quando un presidente di una società si permette di dare una responsabilità a un arbitro per le intemperanze dei tifosi e le reazioni dei giocatori.

GALLIANI: Ma poi urla e grida negli spogliatoi nell`intervallo, una vergogna. Una vergogna.

 

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO E SENTIRE L'AUDIO DELL'INTERCETTAZIONE TELEFONICA


  PAG. SUCC. >