BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOPOLI/ Zamparini durissimo contro Moggi e Giraudo

Il patron rosanero afferma di essere sempre stato contro Giraudo e Moggi

zamparini_R375_22set08.jpg (Foto)

CALCIOPOLI - Maurizio Zamparini dice la sua sullo scandalo calcipoli che in questi giorni ha coinvolto altre società, ammettendo che anche il Palermo parlava con i designatori arbitrali, ma precisando che molto dipende dal quello che si dice. Il patron rosanero ribadisce anche di essere stato sempre contrario alla dirigenza juventina: «Io sono sempre stato avversario in Lega sia di Moggi sia di Giraudo - ha spiegato Zamparini -  tant'è che scrissi pure all'avvocato Umberto Agnelli, quando i due vennero ingaggiati dalla Juve, manifestandogli le mie perplessità. Ritengo Moggi il più grande intenditore di calcio, ma non un esempio di correttezza sportiva. A me piace vincere senza barare».

E ancora sugli sviluppi di questi giorni del caso: «La nuova difesa di Moggi  vuole dimostrare che tutti telefonavano. Anch'io quest'anno ho parlato con Nicchi e con Collina, ma non per chiedere favori, certe telefonate aiutano a far crescere la classe arbitrale. Dipende dal tenore delle telefonate. Io non ho mai chiesto qualcosa di illecito. Non sono le cose esteriori che fanno la differenzai».