BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIO VIOLENTO / Bordeaux-Lione, la sfida ad alta tensione finisce in rissa come Lazio-Roma

Trémoulinas Trémoulinas

Laurent Blanc guarda al bicchiere mezzo pieno – un pareggio in fondo argina l’emorragia di tre sconfitte consecutive in campionato – ma sa benissimo che ora è in bilico pure la conferma in Champions per la prossima stagione e di conseguenza pure il futuro bordolese prossimo venturo. La reazione a catena sarebbe infatti nefasta: sicuro partente Chammakh, possibile Gourcuff, peraltro tra i migliori sabato sera, per non parlare della possibilità concreta di portare lo stesso Blanc nella cabina di comando della Nazionale. Fattori che creano dense nubi sopra allo Chaban-Delmas, anche senza l’aiuto di impronunciabili vulcani islandesi. Il vulcano vero invece ha costretto il Lione a un rientro a casa in pullman, per quanto confortevole certo non era la soluzione più auspicata da Claude Puel per accostarsi alla semifinale di Champions contro il Bayern. La tensione dell’allenatore del Lione a più riprese è apparsa sopra le righe, segno che sa di trovarsi effettivamente al bivio della stagione, con il rischio sensibile di trovarsi a mani vuote. La squadra è apparsa comunque in ottima forma, e pur senza mai forzare ha offerto un ritmo costante per tutta la gara, arrivando nel finale anche a farsi preferire ai padroni di casa. Certo le notizie provenienti da Monaco, dove il Bayern contro l’Hannover non ha certo tirato il freno a mano, contribuiscono a instillare qualche goccia di insicurezza nella squadra di Puel.

 

© Riproduzione Riservata.