BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Milan, Moratti lo ammette: «Su Balotelli mi sa che ci sono i rossoneri…»

Galliani nega ma il club di Milanello starebbe seriamente pensando al talento dell’Inter

gallianiR375_09dic08.JPG (Foto)

CALCIOMERCATO MILAN – Non si sa se è una verità grande e forse scomoda quella svelata dal patron nerazzurro Massimo Moratti o una scherzosa battuta: su Balotelli c’è il Milan. Proprio così, quella che è stato per molti mesi quasi una boutade di mercato, potrebbe a breve tramutarsi in realtà. Il giovane attaccante nerazzurro sembra ormai un corpo estraneo in quel della Pinetina e il suo addio a fine stagione è dietro l’angolo. Lo accoglierebbero a braccia aperti i cugini tanto amati dallo stesso Mario, il Milan, che sogna il nuovo sgarbo di mercato dopo Pirlo e Seedorf. «Oggi è la giornata meno adatta per parlare di Balotelli – dice Moratti con un sorriso ai microfoni di Sky - vedo qui Lippi e mi auguro che proprio oggi il ct si sia convinto a chiamare Mario in Nazionale. E poi c’è anche il Milan dietro, per quel che mi pare di capire...».

 

E’ presente anche Galliani che però smentisce: «No, noi no...». Moratti prosegue: «Non sto sottovalutando il suo problema, perché se fa così un problema esiste. E quindi non mi nascondo le difficoltà che si sono create. Però l’impossibilità non c’è mai. Dipende da come si affrontano certe cose. La mia volontà è continuare con questo ragazzo perché ha il talento e il carattere per superare gli ostacoli, anche questo tipo di ostacoli. Ora cercheremo di rimarginare tutto con la squadra, l’allenatore, la società. Secondo me è possibile».


CALCIOMERCATO MILAN, BALOTELLI VERSO IL MILAN, CONTINUA A LEGGERE, CLICCA SOTTO


COMMENTI
22/04/2010 - Ha sprecato un'altra occasione per restare zitto (Claudio Scardillo)

Il presidente dell'Inter che ben conosce questi metodi (Vedi l'arrivo in neroazzurro di Pandev, il tentato arrivo di Ledesma, e forse il prossimo arrivo di Kolarov; a seguito di rapporti irrimediabilemnte incrinati tra giocatori e club di appartenenza), vorrebbe imputare al Milan gli stessi metodi. No, signor Moratti! Questi erano i metodi del signor Moggi (L'arrivo alla Juve di Ibrahimovic, i mal di pancia a Roma di Emerson che determinarono l'arrivo in bianconero del calciatore)di cui lei sta ripercorrendo, sciaguratamente, il cammino... E' triste invece notare l'incapacità della società neroazzurra a gestire i giovani campioni(per es. Adriano, sperando che Ballotelli non si dia all'alcol...) a differenza di quanto avviene nella società "cugina" (Kakà, Pato, e gli altri GIOVANI talenti). Certo il Milan potrebbe essere la salvezza per Balotelli ma forse all'estero potrebbe eslpodere definitivamente: Arsenal o Barcellona, senza dimenticare il Chelsea!!