BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROMA - SAMPDORIA/ Poche spese, tante idee: ecco a voi il big match di stasera

SANDRO BOCCHIO giornalista di Tuttosport analizza la sfida tra giallorossi e blucerchiati, due squadre che hanno ottenuto ottimi risultati low cost

Cassano_R375_8genn09.jpg (Foto)

ROMA SAMPDORIA - Poche spese, tante idee, risultati inaspettati. Roma-Sampdoria non è solo il big-match di giornata, ovvero la chiave di volta sulla doppia corsia scudetto-Champions League. E' anche l'esaltazione di due società che hanno fatto bingo all'insegna dell'oculatezza: necessaria per la Roma, visti gli irrisolti problemi finanziari di Italpetroli (controllante della società giallorossa); imposta per la Sampdoria, considerata la tradizionale parsimonia decretata da Riccardo Garrone dopo aver speso (e tanto) per riportare il club in serie A. E quindi: cessioni eccellenti, affari a parametro zero, prestiti e giovani.

 

Prendete la Roma. In estate ha concesso fiato alle casse cedendo Aquilani al Liverpool, poi ha preso Burdisso in prestito dall'Inter e Toni in prestito dal Bayern, Julio Sergio è uno straordinario parametro zero, De Rossi e Totti arrivano dal vivaio. Prendete poi la Sampdoria: Storari è un prestito del Milan e Guberti della Roma, Lucchini e – soprattutto – Palombo due parametri zero, Poli è costato un milione e sarà una plusvalenza coi fiocchi, identico discorso per Pazzini, pagato 9 milioni alla Fiorentina e oggi valutabile almeno il doppio.

 

ROMA SAMPDORIA CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO