BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

BIGLIETTI BAYERN INTER/ I trucchi di un ultras della Curva Nord per acquistare i biglietti della finale di Champions

La prima regola è muoversi subito. Se possibile già a partire da stasera, quando si terrà la riunione della Curva nord al bar di San Siro. Se non si perde tempo, le probabilità di trovare un biglietto attraverso i canali informali sono elevate e i prezzi molto contenuti

Il Santiago BernabeuIl Santiago Bernabeu

Per chi sogna di volare al Santiago Bernabeu per assistere alla finale di Champions League, Bayern Monaco-Inter, la prima regola è muoversi subito. Se possibile già a partire da stasera, quando si terrà la riunione della Curva nord al bar di San Siro. Se non si perde tempo, le probabilità di trovare un biglietto attraverso i canali informali sono elevate e i prezzi molto contenuti: 80/90 euro, massimo 100 euro. Anche se ogni giorno che passa la cifra crescerà sempre di più, fino a superare i 1000 euro rivolgendosi ai bagarini il giorno stesso della partita (una cifra record già raggiunta acquistando il ticket d’ingresso on-line). Il numero di biglietti al momento a disposizione dei tifosi interisti è di 12 volte superiore a quelli della semifinale, anche se ovviamente anche il numero di persone che desiderano acquistarli è molto più elevato.

Se per Barcellona-Inter i tagliandi per i supporter nerazzurri erano infatti 2.500, quelli per Bayern Monaco-Inter sono ben 30mila. Quasi cioè la metà dei circa 75mila posti di capienza del Santiago Bernabeu. In tutto 22/23mila quelli che saranno distribuiti direttamente dall’Inter attraverso i canali ufficiali. E se in teoria la società non dovrebbe avere rapporti con le tifoserie, di fatto la prassi consolidata prevede che le cose non vadano così. E quindi altri 7/8mila biglietti andranno alla Curva nord, che poi li smisterà attraverso conoscenze, frequentazioni e “criteri meritocratici”, premiando i tifosi più assidui alle trasferte di campionato della squadra di Josè Mourinho. Come fa sapere chi frequenta da anni la curva di San Siro, “al momento ci sono buone possibilità anche per chi non è iscritto o non frequenta gli ultras con particolare assiduità. L’importante è non perdere tempo”.