BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAMPIONATO / Il tecnico della Roma Ranieri: Contro il Parma siamo pronti a giocarci il tutto per tutto

Claudio Ranieri Claudio Ranieri

 

E sulla finale di Europa league tra Fulham e Atletico Madrid, il tecnico ammette: “Col Panathinaikos abbiamo sbagliato dieci minuti qui e dieci lì. Ci sta. Però può darsi che quella caduta ci abbia dato la spinta per allenarci ed essere competitivi e continuare a sognare in campionato. A me è dispiaciuto tantissimo uscire dall’Europa, non vorrei rinunciare a nulla, ma va accettata la sconfitta e rimboccarsi le maniche. Va bene così”.
E anche dopo la sconfitta con la Samp, la reazione del pubblico è stata grandiosa. “Da subito avrò ricevuto tra lettere e messaggi non so quanti ‘credeteci’, ‘non mollate’, ‘continuate’ – rivela Ranieri -. Questo è quello che vuole la gente. Io ero così da giocatore, non sono stato un campione ma ero uno che non mollava. Per me l’importante è dare tutto sul campo. Poi se l’altro è più forte gli si stringe la mano”.
Mentre sulla mancanza di contemporaneità tra le gare a tre giornate dal termine, non manca di polemizzare: “Questo andrebbe rivisto. In Italia non è giusto”.
L’arbitro di domani è Rocchi, che aveva Napoli-Roma in una delle gare incriminate per quanto riguarda gli episodi da rigore valutati con due metri differenti. “Se gli arbitri fossero stati invertiti – conclude Ranieri - saremmo stati alla grande. È un gioco, a me soddisfa sempre. Con Rocchi avremmo avuto il rigore, con Damato a Napoli non avremmo avuto il rigore contro. È così...”.
 
© Riproduzione Riservata.