BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIO E MUSICA/ Juric anima metal: i calciatori non capiscono niente di musica...

Pubblicazione:venerdì 14 maggio 2010

ivanjuric_R375.jpg (Foto)

CALCIO MUSICA IVAN JURIC – Ivan Juric, centrocampista croato in forza al Genoa, non ha dubbi: i calciatori non capiscono niente di musica. Lo ha detto in una intervista rilasciata al mensile Rolling Stone, edizione italiana. Juric è un metallaro convinto, dalle idee precise: “Ho cominciato a 14 anni con Metallica e Megadeth, poi sono passato a cose più aggressive. Il death metal è la mia passione, band come Napalm Death, Obituary e Carcass, artisti veri. Non mi piace il nu metal. I nuovi gruppi death sono senza sentimento, pensano solo alla velocità”. Il motivo per cui i calciatori non si appassionano alla musica, per Juric, è che “la vita che fanno li condiziona e non hanno modo di scoprire a fondo altre cose. L’unico altro metallaro con cui ho giocato in 15 anni di carriera è stato un portiere argentino del Crotone”.


CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE L'INTERVISTA A IVAN JURIC DEL GENOA SULLA MUSICA



Ci sono notevoli eccezioni però, aggiungiamo noi, ad esempio Alex Del Piero, grande amico dei fratelli Gallagher e amante della musica degli Oasis. Un paio di anni fa fece addirittura da presentatore al concerto che Noel Gallagher tenne al Blue Note di Milano. Oppure Roberto Bettega, che lo si vede sempre ogni qualvolta Bruce Springsteen viene a suonare in Italia. Proseguendo nella sua intervista Juric dichiara il suo grande amore per i Metallica.

 

Disco preferito di tutti i tempi? “Sicuramente ‘Kill’em All’: mi ha cambiato la vita. I primi quattro dischi dei Metallica sono tutti bellissimi, quelli dopo no, ma ‘Kill’em All’ è il disco più grande”. Altre preferenze? “The Sound of Perseverance‘ dei Death: Chuck Schuldiner è un artista assoluto. E ovviamente ‘Leaders Not Followers 2‘ dei Napalm Death. Mi sono sempre piaciuti i Ministry, anche se non sono una band di metal classico, e il loro live ‘In Case You Didn’t Feel Like Showing Up’. La prima volta che li ho sentiti mi hanno toccato profondamente. Per concludere i Soundgarden: li ho ascoltati tantissimo ai tempi di ‘Superunknown‘. Chris Cornell mi è piaciuto finché è stato con loro, ma le cose che fa ora proprio no“.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'INTERVISTA A IVAN JURIC


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
06/06/2010 - link all'articolo originale (francesco nocco)

http://metalshock.wordpress.com/2010/05/09/ivan-juric-midfielder-of-the-faith/ up the irons!