BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INTER 18° SCUDETTO/ Ibra chi? L’Inter fa 18 con i 22 gol di Milito

Pubblicazione:lunedì 17 maggio 2010

milito_esultanza_R375x255_16mag10.jpg (Foto)

INTER 18° SCUDETTO - Inter 18, Diego Alberto Milito 22. Giusto che la parola fine sulla parola scudetto sia stata scritta da uno dei giocatori meno sponsorizzati e più efficaci. La pietra tombale su tutti quelli che – un’estate fa - avevano vaticinato un’Inter più umana (e più avvicinabile) dopo la separazione da Zlatan Ibrahimovic. Niente di tutto questo. Nerazzurri padroni d’Italia per la quinta volta consecutiva, compreso lo scudetto assegnato alla scrivania e ora contestato da una risvegliata Juventus. Una stagione in cui, tolto il passo falso iniziale in Supercoppa contro la Lazio, sono arrivati anche la coppa Italia contro la Roma e una Champions League da conquistare sabato prossimo a Madrid contro il Bayern Monaco.

 

E senza Ibra, che ha sì vinto la Liga con il Barcellona, ma che si è ritrovato messo kjsempre più in disparte nella seconda fase della stagione a favore dei giovani della cantera. Non solo, perché lo svedese è stato anche uno dei maggiori assenti tra i catalani nell’eliminazione in semifinale di Champions contro l’Inter, ideale continuazione delle amnesie europee stabilmente vissute ai tempi milanesi. Niente di tutto questo è invece Milito, uno degli intoccabili per José Mourinho. Una continuità impressionante, con 22 reti equamente suddivise tra andata e ritorno, con la capacità di farsi trovare sempre al posto giusto nel momento giusto, quando le circostanze lo richiedevano: zero polemiche e tanta sostanza, quanto chiede ai suoi il tecnico portoghese.

 

INTER 18° SCUDETTO CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO

 


  PAG. SUCC. >