BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CAMPIONATO 2009-2010/ Il pagellone di fine stagione Inter e Roma protagoniste, Milan promosso, Juventus da rifondare

Tutti i migliori e i peggiori in questa stagione che ha regalato all'Inter il suo 5 scudetto di fila

curva_inter_R375x255_16mag10.jpg(Foto)

10 Inter. Lo scudetto più sofferto e quindi anche il più bello. Campionato in bilico fino all'ultima giornata con il sorpasso della Roma a poche partite dalla fine che sembrava segnare la fine dello strapotere neroazzurro. Invece, complice una Sampdoria in formato Champions, la squadra del biscione ha saputo aspettare ed attaccare al momento giusto. L'impronta dell'allenatore "speciale" su questa squadra è palese ed è la bella notizia per i tifosi interisti che sabato si giocheranno la finale di champions.

9 Roma. Che come organico fosse la seconda squadra italiana lo si sapeva guardando la rosa, ma che fosse in grado dopo un inizio molto difficoltoso di rincorrere, raggiungere e sorpassare l'Inter, onestamente pochi ci potevano credere. Invece Ranieri ci ha creduto e ha fatto vivere ai suoi giocatori una grande stagione. Una piccola rivincita sul rivale Mourinho non completata per la debacl contro i blucerchiati. Mentre si cercava di capire fra Juve e Milan chi fosse l'anti inter, la Roma si è presa la scena dell'antagonista diventando protagonista.

8 Sampdoria e Palermo. Sono state l'altro polo attrattivo del finale del campionato. I complimenti vanno ad entrambe per la bella stagione. In particolare grandi meriti alla Samp, con un grande Cassano e un prolifico Pazzini, questa coppia del gol sta facendo sognare la Genova blucerchiata. E' arrivata l'Europa importante al termine di una stagione alternante che ha visto dapprima una Samp ai vertici, poi l'ha vista perdere terreno e poi risorgere. Il finale di stagione è stata una gara entusiasmante con il Palermo. I rosanero non hanno nulla di cui rimproverarsi, e Zamparini  può solo essere felice. E' arrivata l'Europa, quella meno importante per le big, ma un grande traguardo per la squadra siciliana. Non si possono non menzionare gli artefici di questo duello calcistico: Pazzini, Cassano e Miccoli. Gli ultimi due fuori dal giro nazionale per il Sud Africa

7 Milan e Napoli. Tutti, a inizio campionato, non avrebbero scommesso due centesimi su Leonardo e i suoi ragazzi. Invece il campionato rossonero è stato dignitoso ed è giusto che i tifosi abbiano applaudito i giocatori e bocciato la dirigenza. I soldi non ci sono, i giocatori invecchiano e non vengono sostituti, ma la mentalità è sempre la stessa. Ad un certo punto il Milan sembrava potesse ambire allo scudetto ed ha buttato via il possibile aggancio. Il Napoli  invece è riuscito a centrare il suo obiettivo: l'Europa League, anche se si possono discutere alcune scelte del mercato scorso. Artefice del successo partenopeo è l'allenatore Mazzarri: grande personalità con un occhio alla sostanza. Ora viene il difficile: rimanere tra le grandi. E il popolo del San Paolo torna a sognare.