BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Inter, le lacrime di Balotelli e lo strano "giochino" di Raiola

Il talento nerazzurro ieri ha mostrato segnali incoraggianti nei confronti di tutto l'ambiente Inter

balotelli_pensieroso_R375x255_23mar10.jpg (Foto)

Di Lazio-Inter si sta parlando solo del surreale clima creato dal gemellaggio e dallo spiccato clima anti romnista. Ma nell'Olimpico vestito a festa per la formazione di Mourinho è successo un altro fatto su cui vorremmo soffermarci: la strana giornata di Mario Balotelli, detto SuperMario, che ieri ha gettato, forse definitivamente, la maschera del ribelle. Si parte dal saluto alla curva interista prima del match, con la testa rivolta verso il basso mostrando lo scudetto e battendo i pugni sul cuore quasi a voler ribadire di amare solo i colori nerazzurri. Non solo, perchè verso il 30esimo minuto del secondo tempo, il ragazzo Balotelli, si  è lasciato andare ancora alle lacrime, è evidente che le pressioni sono diventate troppe per lui.

Facendo un passo indietro, dopo la qualificazione alla finale di Champions League conquistata al Camp Nou di Barcellona, Balotelli confessò di aver pianto lacrime di gioia, ed al suo arrivo a Malpensa fu colpito da un malore forse provocato dall'emozione e dall'affetto dei tifosi nerazzurri nei suoi confronti. Classica storia a lieto fine? Tutt'altro, perchè dall'altra parte il procuratore del giocatore, l'ormai noto Mino Raiola, agenti di Ibrahimovic e Maxwell tra gli altri, da qualche giorno ha iniziato una campagna anti-Mourinho, rimproverando il tecnico portoghese prima in radio, e poi tramite la carta stampata.