BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INTER ROMA/ Mourinho schiaffo alla Sensi: porti rispetto!

Il tecnico nerazzurro ha attaccato frontalmente il patron giallorossa alla vigilia della finale di Coppa Italia

moratti_massimo_sensi_ros_R375x255_27mar10.jpg (Foto)

INTER ROMA COPPA ITALIA – Mourinho show. Attacco frontale contro Rosella Sensi e la Roma che avevano accusato l’Inter, dopo la gara vinta domenica contro la Lazio. Il patron giallorosso aveva detto che si sarebbe «vergognata di vincere in quel modo». Dello stesso tenore le affermazioni di Gian Paolo Montali. «Non pensavo di poter vedere lo spettacolo che ho visto stasera. Quello che si è visto non è sport. Credo che anche l’Inter adesso sia in palese imbarazzo. Intendiamoci, i nerazzurri non c’entrano nulla, però stavolta non ha perso soltanto la Lazio, ma tutto il nostro calcio».

 

Il portoghese forse piccato dall’eccessiva esposizione mediatica ha così ribattuto. «Non siamo nati in una culla d'oro, se siamo qui a giocarci due finali di Coppe e lo scudetto è grazie al nostro lavoro. Per questo esigo rispetto da tutti. Puoi essere presidentessa, dottoressa, nata in una culla d'oro, ma devi rispettarci». Mourinho poi ha aggiunto. «Zero titoli non è dramma per nessuno - ha aggiunto il tecnico dell’Inter - specialmente quando si lavora al massimo. Non è un dramma o una vergogna perchè la differenza tra vincere e non vincere è piccola. Certo se arrivi 5/o a 30 punti dal primo è un'altra storia, ma se vai vicino zero titoli non è dramma o vergogna».

 

INTER ROMA LE DICHIARAZIONI DI MOURINHO SUL SUO FUTURO CLICCA SOTTO


COMMENTI
05/05/2010 - la lazio si dovrebbe vergonare non l'inter (alfonso caletti)

E' la lazio che si dovrebbe vergognare per il poco impegno che ci ha messo. certo l'Inter è più forte. Non si può dare la colpa ao tifosi laziali o dire che sono stati scandalosi. Già qualche anno fa Lazio Inter ultima di campionato avrebbe consegnato lo scudetto ai nerazzurri ed avevavo tutto l'olimpico a favore. Ma quella volta i Laziali che sulla carta non avevano nulla da perdere si sono battuti da leoni in un'atmosfera surreale. Con i propri tifosi che tifavano contro. La storia anche calcistica andrebbe ripassata più spesso. Ha molto da insegnare.