BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

93° GIRO D'ITALIA/ Oggi parte la corsa rosa: i numeri e il tracciato delle corse

3.464,3 km, 21 tappe, con 4 cronometro, 6 arrivi in salita, e ben 7 arrivi favorevoli alle volate.

giro_italia93_R375x255_07mag10.jpg (Foto)

L’inizio è insolito, ad Amsterdam, in Olanda. Non è la prima né l’ultima volta che la corsa rosa parte dall’estero (già è stato annunciato che nel 2012 il Giro partirà dalla costa est degli Stati Uniti). Ci sarà una crono subito in apertura, 8,4 km dalla spianata dei musei fino allo stadio, su e giù tra ponticelli e canali della ricca città olandese. Poi, il giorno dopo, 210 km di giravolte nell’entroterra dei Paesi Bassi, due strappetti che assegneranno la prima Maglia Verde della montagna, fino ad una volata nella bellissima, e celebre Utrecht, a 2 passi proprio da Amsterdam. Si riparte ancora da Amsterdam (3 giorno e ultimo in questa città, assoluta protagonista del via della corsa) per passare Leida, lambire L’Aja attraversando quel gioiellino che tanti pittori ha ispirato che è Delft, toccare Rotterdam e poi buttarsi sulla costa, dove i girini cominceranno la seconda parte della tappa: 3 lunghe dighe da cavalcare, lo spettacolo delle acque del Mare del Nord ed un giro lungo la costa prima dello sprint a Middelburg. Solo piattissima pianura in programma, ma è il rischio di pioggia e vento che potrebbe provocare ventagli nel gruppo e spezzettarlo a fare diventare questa tappa interessante. Col mal tempo diventerebbe durissima.

 
 
Poi la pausa, il volo su due aerei speciali sino in Piemonte, e l’inizio del Giro sul suolo italiano: cronometro a squadre, da Savigliano a Cuneo, nel cuore della provincia Granda. 33 km in dolcissima salita che penalizzeranno le squadre troppo scalatrici, e che metteranno in luce i soliti noti: attenzione al Team Sky, ai Columbia e ai Cervèlo. Salto da Cuneo a Novara: giovedì 13 maggio, 5a tappa, da Novara a Novi Ligure, coi passaggi dai colli tortonesi a rendere omaggio alla casa natale di Fausto Coppi e l’arrivo nella città dei due campionissimi, probabilmente in volata. Altro salto, da Novi a Fidenza (Zomegnan ama i trasferimenti, non c’è che dire), per la partenza della prima tappa mossa di questo (sinora) molto piatto Giro: Brattello (impegnativo), Spolverina (salita lunga ma diluita) e Bedizzano (salitella moscia) prima della discesa alla Marina di Carrara: se un gruppo di corridori saprà organizzarsi sul Brattello, sarà una tappa in cui andrà via una fuga che potrà arrivare al traguardo, altrimenti ancora volata.
 
 
93° GIRO L'ANALISI DELLA CORSA CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO