BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA INTER CHIEVO/ Sartori: Il "miracolo" Chievo adesso decide lo scudetto

Pubblicazione:

dicarlo_mimmo_R375x255_20dic09.jpg

ESCLUSIVA INTER CHIEVO: L'ANALISI DI SARTORI - Il Chievo, che anche quest’anno ha fatto una stagione importante in serie A, è ormai una realtà del calcio italiano. I veronesi  hanno anche il compito di decidere a chi andrà questo scudetto, incontrando nelle ultime due giornate prima l’Inter, poi la Roma. Una società nata dalla serie D, che ha raggiunto i vertici del calcio professionistico arrivando anche in Coppa Uefa e in Champions League. Abbiamo chiesto a Giovanni Sartori, giocatore del Chievo dal 1984 al 1989, vice allenatore dal 1989 al 1991 e direttore sportivo dal 1992, di raccontare, in esclusiva per il sussidiario.net, il miracolo Chievo.

 

Sartori, quali sono i motivi del fenomeno Chievo?

Sono una serie di fattori tutti concomitanti. E’il lavoro d’equipè di tante persone che hanno portato alla realizzazione di questo progetto. Il Chievo Verona è l’unione di tante forze che lavorano insieme.

 

Ce ne dica una...

Ci serviamo di questi osservatori molto validi. Riusciamo così a trovare giocatori promettenti e altri che riusciamo a rigenerare, a rilanciare.

 

Perrotta, Corradi, Barzagli, Corini, tanto per citarne alcuni…

Questi giocatori sono il frutto della politica del club, che ha avuto un occhio privilegiato anche per i calciatori più giovani.

 

Anche quest’anno ci sono nomi come Sorrentino, Mantovani, lo stesso Pellissier, che interessano a molte società…

Molti club seguono i nostri giocatori. Noi, come sempre, cercheremo di vendere un pezzo pregiato ma non di smolibitare la squadra.

 

Uno dei giocatori del Chievo su cui scommette per il prossimo futuro?

Rigoni ha tutte le qualità per emergere.

 

Avete lanciato anche un allenatore di grande valore come Gigi Del Neri. Un giudizio su di lui?

Uno dei più grandi tecnici in attività.

 

Un giudizio invece sul presidente Campedelli?

Lui è il principale artefice dei successi del Chievo.


  PAG. SUCC. >