BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA/ Molinaro (Stoccarda): Träsch e Trochowski da seguire, Tasci-Chiellini, che coppia!

Molinaro sorride con Pep Guardiola (Foto Ansa) Molinaro sorride con Pep Guardiola (Foto Ansa)

Nei pre-convocati del c.t. Loew c'era anche Christian Träsch, giocatore dello Stoccarda, costretto a saltare la rassegna mondiale per un infortunio. Anche di lui si dicono grandi cose in Germania, può confermare?

Certamente. Christian è un giocatore fantastico, molto forte, non possiede un grande bagaglio tecnico ma è un motorino inesauribile. Gioca in mediana ma corre dappertutto, potrebbe giocare anche come terzino o esterno, perchè non si ferma mai. Un ragazzo d'oro a cui auguro tutto il bene possibile.

 

Le stelle della Nazionale tedesca sono Muller e soprattutto Ozil. Cosa può dirci di loro?

Muller e Ozil sono due grandi giocatori entrambi possono giocare sia come esterni offensivi che come trequartisti. Il giocatore del Bayern Monaco (Muller) è più duttile perchè può giocare anche a centrocampo, mentre Ozil è più mezzapunta/seconda punta, molto bravo tecnicamente. Due giocatori di livello assoluto.

 

Dovesse consigliare qualche talento della Bundesliga alle società italiane, che nomi farebbe?

Due di loro li ho già nominati, ovvero Tasci per il reparto difensivo e Träsch per il centrocampo, perchè ripeto sono due giocatori da prendere assolutamente. Per l'attacco è banale dire il nome di Dzeko, sappiamo tutti le grandi qualità del centravanti bosniaco, a me personalmente piace Trochowski dell'Amburgo, è una mezz'ala dalle grandi qualità.

 

Rimanendo in tema Mondiale, si aspettava la debacle dell'Italia?

Onestamente nessuno poteva immaginare l'eliminazione degli azzurri soprattutto pensando agli avversari del girone, con tutto il rispetto per Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia. Adesso la cosa più importante è non fare grandi processi, bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire in fretta.

 

Il nuovo c.t. dell'Italia Cesare Prandelli ha già fatto intendere che le porte della Nazionale sono aperte a tutti. Lei ci spera in una chiamata della Nazionale?

Nella Juventus sono stato vicino alla convocazione ma purtroppo non è successo. Mi piacerebbe indossare la maglia della Nazionale anche per una sola amichevole, ho sempre detto che è il mio obiettivo principale e cercherò con tutte le mie forze di raggiungere il mio scopo, anche perchè nel mio ruolo ci sono poche alternative.

 

Le piacerebbe ritornare in Italia o vorrebbe terminare la carriera in Germania?

Ho 27 anni quindi è ancora presto per parlare di fine carriera. Amo l'Italia perchè è la mia patria così come amo il campionato italiano ma in Germania sto davvero bene, mi sto impegnando per imparare in fretta la lingua in modo da non avere problemi di comunicazione. Dobbiamo iniziare alla grande il campionato perchè nella scorsa stagione la squadra non è andata bene nei primi mesi, da gennaio in poi abbiamo fatto un grande lavoro, proprio per questo siamo convinti di poter fare bene da subito.

 

Dopo i sei mesi giocati alla grande con lo Stoccarda, ha ricevuto offerte di squadra italiane?

Non so onestamente se ci sono state offerte, anche perchè ho detto al mio agente di voler rimanere in Germania, ho fatto questa scelta perchè mi sono trovato benissimo, un ambiente che mi ha accolto bene e sono felice di questo.

 

(Claudio Ruggieri)

© Riproduzione Riservata.