BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Roma, Sensi-Unicredit: si cerca l'accordo

Tra oggi e domani si incontreranno i legali di Italpetroli e Unicredit per trovare un accordo in merito all'esposizione debitoria di 325 milioni della holding dei Sensi

tifosi_roma_unicredit_R375x255_01LUG09.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO ROMA - Sono giorni decisivi per il futuro dell'As Roma. Tra oggi e domani i legali di Unicredit (Carbonetti) e Italpetroli (Gambino) dovrebbero incontrarsi per cercare un accordo che risolva la questione del credito di 325 milioni di euro vantato dalla banca nei confronti della holding della famiglia Sensi, controllante indiretta dell'As Roma. La riunione di queste ore dovrebbe porre le basi per la conciliazione del prossimo 5 luglio davanti al presidente del collegio arbitrale Cesare Ruperto che, in assenza di un accodo tra le parti, procederà con arbitrato e annessa sentenza finale.

 

Al momento si tratta, anche se c'è una significativa distanza sui contenuti economici, come già ribadito da Unicredit nei giorni scorsi: al centro della questione la valutazione degli asset che finirebbero sotto il cappello della banca, ma anche le proprietà immobiliari che rimarrebbero in mano alla famiglia Sensi. In caso di conciliazione, la Roma, tra i beni più preziosi del portafoglio Sensi, non passerebbe sotto la gestione diretta dell'istituto bancario che invece sembra intenzionato a nominare un advisor (probabilmente banca Rothschild) per curarne la cessione.

 

CALCIOMERCATO ROMA - SENSI-UNICREDIT - CONTINUA A LEGGERE, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO